Gianfranco D’Angelo a Domenica Live: ‘I 2000 euro della pensione non mi bastano’

Suscitano indignazione le dichiarazioni di Gianfranco D'Angelo, l'attore ha raccontato di essere costretto a lavorare a 82 anni perché la pensione che riceve, di circa 2000 euro non è abbastanza, non dopo 60 anni di contributi versati

Pubblicato da Chiara Podano Lunedì 1 ottobre 2018

Gianfranco D’Angelo a Domenica Live: ‘I 2000 euro della pensione non mi bastano’

È bufera su Gianfranco D’Angelo, l’attore è intervenuto a Domenica Live e ha dichiarato di non ritenere abbastanza la pensione di 2000 euro. L’ex conduttore di Striscia la Notizia oggi 82enne è stato ospite di Barbara D’Urso per discutere dei vip caduti in disgrazia. D’Angelo sostiene che la cifra percepita non gli basta a garantirgli uno stile di vita dignitoso dopo anni e anni di contributi versati e di lavoro nel mondo dello spettacolo.

Hanno scatenato la polemica per le dichiarazioni di Gianfranco D’Angelo che ritiene non abbastanza la sua pensione di 2000 euro. Ospite della puntata di ‘Domenica Live’ del 30 settembre scorso, l’attore ha dichiarato di essere costretto a lavorare ancora.

Gianfranco D’Angelo: ‘I soldi della pensione non mi bastano’

‘Dalla ribalta alla povertà, l’ultimo dei vip finiti in disgrazia è Gianfranco D’Angelo’, un servizio d’apertura a Domenica Live ha introdotto l’ex conduttore di ‘Striscia la Notizia’.

Cabarettista, presentatore e cantante, Gianfranco D’Angelo è costretto a lavorare all’età di 82 anni per continuare a condurre uno stile di vita adeguato alle sue aspettative.

‘Sono 60 anni che lavoro, da quando avevo 20 anni. Ho fatto una bella vita e non mi lamento, ma per potermi godere quello che mi sono conquistato e per stare sereno devo continuare a lavorare. I soldi della pensione non mi bastano’, ha tuonato l’attore.

Dopo aver lavorato in Mediaset, in Rai e dopo aver recitato in 51 film, D’Angelo si aspettava una pensione più alta. ‘Non è che sono in miseria però, per potermi godere quello che ho conquistato con il mio lavoro, in passato e per poter stare sereno devo continuare a lavorare perché i soldi poi non bastano’, ha chiarito D’Angelo.

Fin qui nessun problema, la bufera è esplosa quando alla domanda: ‘Quanto percepisce di pensione’, D’Angelo ha risposto di ricevere un assegno di circa 2000 euro.

Immediata la reazione di Barbara D’Urso che è intervenuta per chiarire il concetto: ‘2000 euro sono tanti rispetto alle pensioni medie. Dobbiamo spiegare però che chi fa il nostro mestiere versa dei contributi dal proprio cachet e D’Angelo sostiene che 2000 euro rispetto a 60 anni di soldi versati sono pochi’.

‘Non sono niente rispetto a chi lavora in parlamento, resta 4 anni e prende 5000 mila euro di pensione, mentre io sono 60 anni che lavoro’, ha ribadito l’attore. Nonostante l’intervento della D’Urso però è comunque scoppiata la polemica in rete.

A esprimere quello che è poi stato il pensiero comune di molti utenti è stata Karina Cascella: ‘Con tutto il rispetto per l’artista, in questi anni lei ha guadagnato tantissimi soldi e ha messo da parte cifre esorbitanti. Molto più di quello che guadagnano le persone normali, un applauso andrebbe fatto a loro che riescono ad arrivare a fine mese con una famiglia sulle spalle. Qui si parla di cifre esorbitanti, come si fa a dire che duemila euro sono pochi?’.