Renato Pozzetto: ‘Mai visto donne molestate, molte si avvicinavano per entrare nel mondo del cinema’

Renato Pozzetto ha spiegato di non aver mai visto donne molestate nel mondo del cinema, ma di aver assistito a ragazze pronte a tutto pur di entrare a farne parte. Così, l'attore milanese, si è espresso sul tema caldo degli ultimi tempi, raccontando una versione opposta a quella denunciata fino ad ora.

Pubblicato da Luana Rosato Venerdì 28 settembre 2018

Renato Pozzetto: ‘Mai visto donne molestate, molte si avvicinavano per entrare nel mondo del cinema’
Ansa – Renato Pozzetto all’Expo 2015 / Ansa

L’argomento ‘molestie nel mondo del cinema’ continua a tenere banco e, per la prima volta, Renato Pozzetto si è espresso a riguardo. Attore, regista e cantante, ha fatto il suo esordio nel mondo dello spettacolo negli anni Sessanta e, da allora, ha raccontato di aver visto donne disposte a tutto pur di farne parte e di ottenere una parte.

In collegamento telefonico con la trasmissione radiofonica ‘I Lunatici’, Renato Pozzetto ha avuto modo di dire la sua su uno dei temi caldi del momento. Dopo il caso Weinstein in America, infatti, anche il cinema italiano è stato colpito da una serie di denunce da parte di attrici – o aspiranti tali – che hanno raccontato di essere state molestate da alcuni registi. A tal proposito, però, Pozzetto ha affermato di non aver mai visto donne oggetto di attenzioni particolari da parte dei cineasti: al contrario, ha avuto modo di conoscere alcune di loro disposte a tutto pur di ottenere un ruolo.

Leggi anche: Sergio Castellitto sullo scandalo molestie: ‘Asia Argento va rispettata, le attrici italiane poco solidali’

Renato Pozzetto: ‘Molte ragazze si avvicinavano a me’

‘No, non ho mai visto donne molestate’ – ha dichiarato Pozzetto ai microfoni di Radio 2 – ‘Anzi, si capiva che molte ragazze si avvicinavano a te, cercando di conoscerti, per mettere un piede nel mondo del cinema’.

Un punto di vista diametralmente opposto a quello denunciato da molte giovani attrici, dunque, che racconta un altro lato ‘oscuro’ del mondo dello spettacolo e delle dinamiche che lo caratterizzano.

‘Volevano usare l’attore famoso per entrare nel giro’ – ha continuato a denunciare, spiegando – ‘E’ una cosa poco affascinante per queste ragazze. Quando capivi che erano disposte a troppo solo per avere un ritorno, perdevano ogni fascino’.

Leggi anche: Luca Barbareschi difende Fausto Brizzi: ‘Le accuse di molestie roba comica’

Renato Pozzetto e i progetti lavorativi

I tempi in cui Renato Pozzetto ha esordito nel mondo dello spettacolo erano certamente diversi da quelli attuali, si avevano meno possibilità e ci si doveva trovare nel posto giusto al momento giusto.

‘Abbiamo fatto fatica quando abbiamo iniziato (Pozzetto e Cochi, ndr)’ – ha ricordato – ‘Veniamo dal cabaret, ce lo siamo inventato. In Italia non c’era’.

Dopo il debutto e le difficoltà iniziali, però, Pozzetto e il collega arrivarono ben presto in Rai e, a breve, l’attore milanese tornerà a teatro con lo spettacolo ‘Compatibilmente’, mentre sta lavorando ad un progetto che potrebbe ricordare il film ‘Un ragazzo di campagna’.

‘E’ la storia di un contadino che viene assunto per curare un prato che si trova nel bosco verticale, il grattacielo di Milano, uno dei più famosi del mondo’ – ha raccontato, svelando che il titolo dovrebbe essere ‘Una mucca in paradiso’.