Gisele Bündchen, l’ex di Leonardo Di Caprio: ‘Ho pensato al suicidio’

Gisele Bündchen ha sofferto di attacchi di panico e ha meditato di togliersi la vita. La top model ha scritto un libro in cui racconta un periodo buio vissuto in un momento d'oro per la sua carriera. All'epoca frequentava Leonardo Di Caprio. Per uscire dal tunnel la Bündchen ha rinunciato ad alcune abitudini e si è rivolta a uno specialista

Pubblicato da Chiara Podano Giovedì 27 settembre 2018

Gisele Bündchen racconta nel suo ultimo libro di aver sofferto di attacchi di panico e di aver pensato al suicidio. ‘Lessons: My Path to a Meaningful Life’, è questo il titolo del testo in cui la top model si mette a nudo raccontando di essere riuscita ad affrontare un periodo buio grazie all’aiuto di uno specialista e tagliando dalla propria vita tutte le abitudini da lei considerate dannose.

Gisele Bündchen ha sofferto di attacchi di panico a partire dal 2003, nello stesso anno la top model aveva iniziato a frequentare l’attore Leonardo Di Caprio e a livello professionale era diventata una delle indossatrici di punta del marchio Victoria’s secret. In un’intervista rilasciata a People, la Bündchen aveva già parlato dei frequenti attacchi di panico avuti in passato, poi messi nero su bianco nel suo ultimo scritto. Dal 2006 la top model è legata a Tom Brady, quarterback dei New England Patriots. La coppia si è sposata nel febbraio 2009 a Santa Monica, in California e ha due figli: Benjamin Rein, nato l’8 dicembre 2009 e Vivian Lake, nata il 5 dicembre 2012.

Gisele Bündchen: ‘Ho sofferto di attacchi di panico e ho pensato al suicidio’

‘Mi sentivo impotente. Quando soffri di attacchi di panico il tuo mondo diventa sempre più piccolo e senti di non poter respirare, che poi è la sensazione peggiore ho iniziato a pensare ‘se adesso saltassi dal tetto tutto finirebbe e non dovrei più preoccuparmi di questo dolore”, ha raccontato la top model a People.

La Bündchen ha affrontato un periodo duro fatto di paure e attacchi di panico anche per gesti quotidiani; aveva il timore di usare anche l’ascensore. Un malessere vissuto in un periodo d’oro, tanto che la top model non si spiega come sia potuto accadere: ‘Non capivo perché mi sentissi così triste e frustrata. Tutto andava bene nella mia vita, mi sembrava che non ci fosse motivo per essere tristi’.

L’ex di Leonardo Di Caprio è riuscita ad affrontare i suoi demoni soltanto prendendo consapevolezza del malessere che la stava logorando e rivolgendosi a uno specialista. L’aiuto di un esperto ha aiutato Gisele Bündchen a uscire dal tunnel. La top model ha deciso infatti di rinunciare ad alcune abitudini che considerava dannose: le sigarette, l’alcol per dedicarsi invece ad attività più salutari come lo yoga e la meditazione. ‘Ho pensato che tutte queste cose facessero male alla mia vita, così ho deciso di smettere’. Un taglio netto dunque rispetto ad alcune azioni quotidiane per regalarsi un migliore stile di vita e maggiore relax.