‘Beyoncé è una strega, pratica magia nera, uccide gatti’: le accuse dell’ex batterista

L'ex batterista di Queen Bey lancia gravi accuse alla celebre popstar: 'Beyoncé è una strega, pratica magia nera, uccide gatti', dice Kimberly Thomspon, che ha parlato pure di presunte molestie sessuali e si dice pronta a trascinare in tribunale la moglie di Jay-Z.

Pubblicato da Raffaele Dambra Venerdì 21 settembre 2018

Arrivano dall’America delle dichiarazioni che lasciano di stucco: ”Beyoncé è una strega, pratica magia nera, uccide gatti’. Chi l’ha detto? Non una persona qualsiasi ma Kimberly Thompson, che per anni è stata la batterista di Queen Bey ed ha quindi trascorso molto tempo insieme alla popstar texana. L’inviperita Kimberly ha parlato anche di presunte molestie sessuali che avrebbe subito da Beyoncé e pare sia pronta a trascinarla in tribunale.

La storiaccia è venuta fuori grazie ad alcuni documenti acquisiti, non si sa bene come, dal sito americano The Blast e confermati dall’ancor più influente Pitchfork. Entrambi i portali hanno confermato che Kimberly Thompson, ex batterista di Beyoncé, starebbe cercando di ottenere dal giudice un ordine restrittivo per molestie nei confronti della celebre cantante.

Anzi, quelli di Pitchfork si sono spinti più in là rivelando che la Thompson avrebbe già chiesto un ordine restrittivo temporaneo, negatole però dalla Corte Superiore di Los Angeles, e che sarebbe pronta a tornare alla carica in una nuova udienza prevista il prossimo 11 ottobre.

Ma cos’ha raccontato di preciso Kimberly Thompson? Beh, tenetevi forte: la musicista, nei 7 anni in cui ha suonato per Beyoncé, sarebbe stata più volte molestata sessualmente dalla moglie di Jay-Z e l’avrebbe vista praticare ‘stregoneria estrema’, magia nera e oscuri incantesimi. ‘Inoltre ha ucciso il mio gatto, controllato a lungo le mie conversazioni telefoniche e persino le mie finanze’, si legge su The Blast.

Roba da far accapponare la pelle se non risultasse estremamente inverosimile. Chissà, forse la Thompson ha qualche motivo di rivalsa nei confronti di Beyoncé Knowles, ma è meglio che sia un tribunale a stabilire se ci siano gli estremi per aprire un procedimento. Anche perché quando si citano molestie sessuali è sempre opportuno fare tutte le verifiche del caso.

Nel frattempo sui social i fan di Beyoncé si sono scatenati con centinaia di commenti ironici sulla vicenda: tra l’altro c’è chi ha fatto notare che una vera ‘strega’ non ucciderebbe mai un gatto, animale considerato sacro nella magia nera e nella stregoneria. Chissà se in un eventuale dibattimento in aula chiameranno a testimoniare Malefica e Grimilde…