Amanda Lear: ‘La TV di oggi fa schifo, solo volgarità e opinionisti inutili’

Il giudizio tranchant di Amanda Lear sulla TV di oggi: 'Fa schifo, tanta volgarità e opinionisti inutili. Mi ero proposta per X Factor al posto di Asia Argento ma non mi hanno voluta, eppure avevo assicurato che non pago minorenni...'.

Pubblicato da Raffaele Dambra Venerdì 21 settembre 2018

Se volete sapere cosa ne pensa Amanda Lear della TV di oggi, preparatevi a ricevere una risposta decisamente tranchant: ‘fa schifo’. È infatti questa l’opinione di una delle ultime dive del nostro tempo, capace di attraversare oltre cinquant’anni di spettacolo e arte, dividendosi tra musica, cinema, televisione, teatro, moda, scrittura e pittura, senza mai scendere a compromessi o rinnegare la propria personalità. Simbolo di trasgressione negli anni d’oro della sua carriera (ancora oggi nessuno sa con certezza quanti anni abbia e quale sia il suo vero sesso), ora Amanda Lear è una donna che insegue la normalità senza però smettere di inseguire nuovi progetti.

‘La routine mi annoia, sia sul lavoro che in amore’, ha confidato Amanda Lear al Corriere della Sera, ‘Mi stanco di mangiare sempre la stessa pappa, ed è per questo, di sicuro, che sono ancora qui: perché ho cambiato strada, spessissimo. E a volte sono sparita, per poi tornare in un’altra veste. L’ultima? Doppiatrice del personaggio di Edna nel film d’animazione Gli Incredibili 2, che è appena uscito nelle sale’.

Torniamo invece al giudizio tagliente di Amanda Lear sulla TV di oggi. Come sua abitudine l’ex musa di Salvador Dalì non le ha mandate a dire: ‘Fa veramente schifo, solo volgarità e tanti opinionisti inutili. Le opinioni quelle le hanno tutti, è l’unica cosa che hanno tutti, i cretini come i geni. No, veramente, la TV non si può guardare, anche se l’ho fatta e ogni tanto la faccio ancora’.

Poi un segreto: si era auto-proposta a X Factor per sostituire Asia Argento ma le hanno detto no. Peccato, a nostro avviso avrebbe fatto faville sul banco di quella giuria: ‘Ho detto: state tranquilli che io non pago minorenni, non mi interessano e tra l’altro dargli 350 mila euro come ha fatto Asia Argento sarebbe pura follia, al massimo 50 euro. Ma non mi hanno presa. Cosa penso delle molestie nel mondo dello spettacolo? Sono cose che son sempre successe, mi chiedo infatti questo #metoo che scoperta sia! Se una ragazzina è stupida ci casca, ma in un mondo così duro come quello dell’entertainment bisogna essere intelligenti, altrimenti quella delle molestie diventa una barzelletta’.

Non potevano infine mancare due domande sui grandi leitmotiv della vita di Amanda Lear: l’ambiguità sessuale e l’intimità con il mitico David Bowie. Ecco come ha risposto: ‘Che barba, tutti a dire la Lear è una donna o un uomo per tanti anni, come se fosse una cosa così strana. In realtà adesso la vera provocazione è essere conservatori, sposarsi, restare sposati, mettere la cravatta. Bowie? Mi volle conoscere dopo avermi vista su quella famosa copertina dei Roxy Music. Siamo stati insieme due anni, è grazie a lui che sono diventata cantante, con l’arrivo della disco music era il momento giusto. E poi sapevo che il mio fisico non sarebbe durato e non avrei potuto fare la modella per sempre, dovevo cambiare’.

Cosa che continua a fare ancora oggi.