Miss Italia, insulti a Chiara Bordi: ‘Ti votano perché sei storpia’

La Miss senza una gamba attaccata sui social dagli hater

Pubblicato da Kati Irrente Lunedì 17 settembre 2018

Miss Italia, insulti a Chiara Bordi: ‘Ti votano perché sei storpia’
Chiara Bordi / ansa

Chiara Bordi è stata la novità dell’edizione di quest’anno di Miss Italia, la ragazza disabile candidata al concorso di bellezza ha fatto ‘scandalo’ muovendosi in passerella senza una gamba, o meglio con la protesi che indossa dopo aver subito un’amputazione in seguito a un brutto incidente sul motorino. Sui social la ragazza è stata esposta al ‘giudizio’ degli utenti, e tra tanti messaggi di sostegno e di esortazione ad andare avanti non sono mancati gli insulti, come chi le ha scritto “ti voteranno solo perché sei storpia”. La ragazza non ha prestato importanza alle parole degli hater, lasciando cadere ogni provocazione.

“Trovo inaccettabile umiliare una ragazza che con grande coraggio e tra enormi sacrifici, sta provando a ritagliarsi il suo spazio nel mondo. Stiamo vivendo tempi bui dove chi denigra, invece di vergognarsi, si sente legittimato” ha dichiarato Patrizia Mirigliani, organizzatrice del concorso.

Chiara Bordi, 18enne candidata a Miss Italia ha avuto una supporter eccellente, la sorella, che con un post su Facebook ha chiesto a tutti i concittadini di Tarquinia a votare per Chiara. Proprio sotto a questo post qualcuno ha trovato necessario commentare con una frase che cela non solo provocazione ma anche cattiveria: ”Ti voteranno solo perché sei storpia”.

Il messaggio è scritto da una donna: ”Fai schifo, vattene a casa e non fare pena agli italiani che ti votano perché sei storpia”. Chiara risponde: ”A me mancherà pure un piede ma a lei manca cervello e cuore e quelle sono le uniche due vere qualità che, secondo me, contano”. E ancora. ”Mi dispiace il fatto che le sia arrivato come messaggio il ‘votatemi perché sono storpia’ e non il ‘guardatemi, mi manca un piede ma non ho paura di mostrarmi al mondo””.

La risposta della giovane, insomma, non è tardata ad arrivare, ma senza polemica: “Dietro tutta questa cattiveria si nascondono frustrazione e insoddisfazione. Non è la vittoria che mi interessa, ma mostrare al mondo che la vita è sempre bella, anche quando ce l’ha con te, e che da un dramma si rinasce e si cresce più forti di prima“.

Per Chiara hanno avuto parole di sostegno anche diversi esponenti politici, da Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia) che su Facebook ha scritto: “Non ti curar di questi leoni da tastiera che ti insultano, la tua determinazione è un esempio per tutti”, a Stefano Pedica della direzione del PD Lazio: “Chiara è un esempio di coraggio e determinazione per tutti e l’unica cosa ‘storpia’ sono le parole di qualche leone da tastiera che, non avendo altro da fare, alimenta la cultura dell’odio”, passando per il ministro per la Famiglia e le Disabilità, Lorenzo Fontana: “Chiara, con le sue parole, ha messo a tacere cattiverie e ignoranza”, e infine Giusy Versace, deputata di Forza Italia, anche lei disabile dopo un incidente: ”Il vero handicap dei giorni nostri si chiama ignoranza. Superiorità e sorriso le armi vincenti. Siamo in tanti a combattere con te. Non mollare e guarda avanti. La vita non è sui social”.