Fabio Fazio: ‘Il mio stipendio è alto ma non può diventare una condanna’

A pochi giorni dall'inizio della nuova stagione di 'Che Tempo che fa', Fabio Fazio ha parlato del suo compenso e rivelato che la sua ultima dichiarazione di redditi è di oltre 2 milioni di euro. Il conduttore però non accetta che il salario diventi un facile pretesto per attaccare il suo operato

Pubblicato da Chiara Podano Lunedì 10 settembre 2018

Fabio Fazio racconta le novità in vista per la nuova stagione di ‘Che tempo che fa’, il programma farà ritorno su Rai 1 a partire da domenica 23 settembre 2018. Il conduttore, in occasione del rilancio dello show, fa nuovamente accenno a una polemica che da anni tiene banco e lo riguarda in prima persona: il suo compenso.

Fabio Fazio è intervenuto all’incontro conclusivo del Tempo delle Donne ieri sera alla Triennale di Milano. A documentare il racconto del conduttore circa le novità di ‘Che Tempo che fa’ e lo scottante tema del suo salario, è il Corriere della Sera.

Fabio Fazio: ‘La mia ultima dichiarazione dei redditi è di oltre 2 milioni di euro’

Fabio Fazio parla del suo salario, un tema che ha fatto alzare la voce a qualche politico e collega. Il presentatore non nasconde certo di guadagnare grosse cifre, ma non vuole che il suo stipendio diventi un elemento per giudicare il lavoro che svolge per la Rai.

‘Sono stato molto fortunato nella mia carriera, ho firmato contratti importanti. La mia ultima dichiarazione dei redditi è di oltre 2 milioni di euro, di cui come è giusto che sia pago la metà in tasse. Però c’è una cosa che trovo inaccettabile: che il denaro diventi l’unica scala di valori per poter avere un’idea o un’altra. Il denaro non può essere una condanna per rinnegare tutti i valori con cui sono cresciuto’, ha dichiarato Fazio.

Il conduttore, oltre al suo stipendio parla anche dei costi di un programma come ‘Che Tempo che fa’ e del guadagno che ne trae il servizio pubblico. ‘Che tempo che fa ha guadagnato un punto e mezzo in più rispetto all’anno scorso, costa un terzo rispetto a una fiction, è pagato interamente dalla pubblicità, ha vinto 27 serate su 32. Sono fiero che la mia azienda abbia guadagnato da questa operazione’.

Tra i detrattori del conduttore, Matteo Salvini che spesso ha puntato il dito contro Fazio per l’elevato compenso. Il presentatore ha raccontato di aver invitato in passato l’attuale Ministro dell’Interno, ma il leader della Lega avrebbe declinato l’invito. ‘Ha detto che non gli ero simpatico’, ha spiegato Fazio.

A Che Tempo Che Fa arriva Carlo Cottarelli

Lo scorso maggio, poco dopo aver annunciato che c’erano le premesse per la formazione di un governo politico e che per questo avrebbe rinunciato all’incarico di Presidende del Consiglio dei Ministri, Carlo Cottarelli era stato ospite di Fabio Fazio.

L’economista sarà una presenza fissa e un collaboratore per i primi tre mesi di ‘Che Tempo che fa’. È questa la grande novità annunciata dal conduttore dello show di Rai 1. ‘Stiamo assistendo a un sommovimento mondiale, sta vincendo un atteggiamento di pancia, un’ondata di superficialità emotiva e di aggressività. La presenza di Cottarelli è un modo per mettere un punto fermo, per essere laici e oggettivi in un momento di scarsa razionalità. Penso sia un dovere del servizio pubblico offrire un’analisi competente su temi che interessano tutti i cittadini’, ha spiegato Fabio Fazio.