Morte Margot Kidder, la Lois Lane di Superman si è suicidata

La figlia di Margot Kidder rompe il silenzio e racconta tutta la verità sulla morte della madre. L'attrice, deceduta lo scorso 13 maggio, si è suicidata con una overdose auto-inflitta di alcol e farmaci. 'Quello della salute mentale è un tipo di dolore e di sofferenza davvero unico', ha dichiarato Maggie McGaune primogenita di Margot Kidder

da , il

    Morte Margot Kidder, la Lois Lane di Superman si è suicidata

    Margot Kidder, la Lois Lane di Superman si è suicidata. L’attrice è morta lo scorso 13 maggio a 69 anni nella sua casa in Montana e oggi è stata fatta chiarezza sulle cause che hanno portato al suo decesso. La Kidder si è tolta la vita con una overdose auto-inflitta di alcol e farmaci. A tre mesi dal decesso, dunque, spunta fuori la verità sulla tragica vicenda.

    ‘I miei mostri’, è così che Margot Kidder definiva il disturbo bipolare contro cui combatteva. L’attrice non è morta nel sonno come riportato dai media lo scorso maggio sulla base delle dichiarazioni rilasciate da Camilla Fluxman Pines, sua manager. Oggi, la figlia Maggie McGuane rompe il silenzio e confessa quanto accaduto realmente all’Associated Press che l’ha contattata telefonicamente.

    Margot Kidder si è suicidata con un’overdose auto-inflitta di alcol e farmaci

    Maggie McGuane, primogenita di Margot Kidder fa chiarezza sulla morte della madre. La figlia dell’attrice si è sentita sollevata nel raccontare questa tragica verità.

    La morte di Margot Kidder è stata il ‘risultato di un’overdose auto-inflitta di alcol e farmaci’, racconta la figlia. Una liberazione per Maggie raccontare quanto accaduto a 3 mesi dalla morte della madre.

    Leggi anche: Morta Margot Kidder, la Lois Lane di Superman

    ‘È importante essere aperti e onesti, non bisogna vergognarsi di affrontare questo problema, che riguarda milioni di persone nel mondo’, spiega Maggie parlando dei disturbi psichici di cui l’attrice ha sofferto.

    Margot Kidder non ha mai superato i problemi che l’hanno afflitta a partire dagli anni Novanta. L’attrice canadese, per anni, ha lottato contro i suoi demoni, un disturbo bipolare che non le ha lasciato scampo.

    ‘Quello della salute mentale è un tipo di dolore e di sofferenza davvero unico. Sapendo quante famiglie devono affrontare circostanze simili, desidero cercare di far arrivare il mio messaggio a ognuna di queste’, dichiara Maggie che vuole far luce su un problema serio che affligge tantissime persone nel mondo.

    Margot Kidder, il declino iniziato negli anni Novanta

    Il 1978 è l’anno di Margot Kidder, l’attrice infatti conquista il successo grazie al ruolo di Lois Lane nel primo ‘Superman’, quello originale. Al suo fianco c’era Christopher Reeeve.

    Nel 1996 però inzia una fase di declino. L’attrice entra in crisi anche a causa di tre divorzi. Il primo negli anni Settanta da Thomas McGuane, il secondo a cavallo degli anni Ottanta con John Heard e il terzo con il regista francese Philippe de Broca nel 1984.

    A metà degli anni Novanta, infatti Margot ha avuto un esaurimento nervoso anche a causa delle molteplici difficoltà economiche. Nonostante tutto era riuscita a rialzarsi e aveva continuato a recitare, anche sul palco di Broadway nel 2002. Evidentemente però Margot Kidder non è mai riuscita a sconfiggere definitivamente ‘i suoi mostri’.