Angelina Jolie e Brad Pitt, divorzio entro il 2018: ‘Lui non paga gli alimenti’

Nuova puntata della guerra legale tra Angelina Jolie e Brad Pitt: il divorzio sarà pronunciato entro il 2018, così vuole l'attrice e regista che lamenta anche il mancato pagamento dall'ex marito di 18 mesi di alimenti. Ma lui smentisce.

Pubblicato da Raffaele Dambra Mercoledì 8 agosto 2018

Era da un po’ di tempo che i media non si occupavano di Angelina Jolie e Brad Pitt, separatisi improvvisamente a settembre del 2016, ma adesso la vicenda è riesplosa in seguito alle notizie provenienti da oltreoceano, secondo cui l’attrice e regista avrebbe chiesto ai suoi avvocati di procedere con la finalizzazione del divorzio dall’ex marito entro la fine del 2018, in modo da tornare a tutti gli effetti una donna single (c’è all’orizzonte un nuovo amore?).

L’accelerazione della pratica di divorzio voluta da Angelina Jolie risulterebbe da alcuni documenti di tribunale emersi nell’ambito della causa attualmente in corso a Los Angeles, in base alla quale la protagonista di Maleficent contesterebbe addirittura a Brad Pitt di non aver pagato ‘alimenti consistenti’ per i figli dalla separazione della coppia, per un totale di circa 18 mesi, in aperta violazione degli accordi. A questo proposito sembra che la Jolie voglia chiedere un ordine del tribunale per ottenere i pagamenti retroattivi. Insomma, è guerra aperta tra i due…

Naturalmente Angelina Jolie, il cui patrimonio personale è stimato in 160 milioni di dollari, non avrebbe certo bisogno dei soldi dell’ex marito per mantenere la sua vasta prole, ma la figlia del grande Jon Voight ne ha fatto evidentemente una questione di principio. Inoltre potrebbe usare questa presunta infrazione di Pitt, peraltro smentita dagli avvocati dell’attore (secondo cui Brad avrebbe sempre adempiuto ai suoi impegni), per ottenere condizioni migliori nella sentenza di divorzio.

Non è un mistero, infatti, che la Jolie punti alla custodia esclusiva di Maddox (che però a 17 può già prendere decisioni autonome rispetto alle relazioni col padre), Pax, Zahara, Shiloh, Knox e Vivienne, ribaltando l’iniziale intenzione di optare per l’affidamento congiunto. E dagli Stati Uniti dicono che Angelina abbia già iniziato a muoversi in questo senso ‘dimissionando’ la sua legale Laura Wasser, ritenuta troppo conciliante verso Brad, per affidarsi a un ‘mastino’ del foro pronto a tutto per farle ottenere ciò che vuole.

‘Vuole uccidere ogni tipo di rapporto di Brad con i suoi figli’, avrebbe detto l’avvocatessa allontanata, in riferimento alla sua ex cliente, ‘Sembra animata da una collera sorda e senza fine, sotto certi aspetti ridicola e smisurata’.

Visti gli ultimi risvolti, le prossime fasi della guerra in tribunale tra Angelina Jolie e Brad Pitt promettono molto bene. Ci sarebbe quasi da farci un film…