Milena Gabanelli, la giornalista confessa: ‘In Rai non torno’

Nel 2016, Milena Gabanelli ha condotto la sua ultima puntata di Report. La giornalista, da allora, ha portato avanti nuovi progetti che intende onorare così la Gabanelli esclude un suo ritorno in Rai

Pubblicato da Chiara Podano Lunedì 6 agosto 2018

Milena Gabanelli, la giornalista confessa: ‘In Rai non torno’
Milena Gabanelli fotografata in occasione della cerimonia di premiazione dei vincitori della 58ma edizione del Premiolino. / ansa

Milena Gabanelli non ha alcuna intenzione di tornare in Rai. L’esperienza con la terza rete del servizio pubblico si è conclusa nel novembre del 2016 quando la giornalista ha condotto l’ultima puntata di ‘Report’, la guida del programma è poi passata a Sigfrido Ranucci. La Gabanelli non vuole tornare indietro sui suoi passi e ha completamente voltato pagina.

Chi sperava in un ritorno in Rai di Milena Gabanelli, magari alla conduzione di ‘Report’, rimarrà deluso. In un’intervista rilasciata a ‘La Verità’, la giornalista ha confessato di non voler rientrare a Viale Mazzini. L’esperienza con la Rai è totalmente archiviata e la giornalista ha altri impegni che intende portare avanti.

Milena Gabanelli: ‘Non torno in Rai’

‘La Rai è stata il luogo dei miei ideali, un pezzo di famiglia, ma ho voltato pagina e i miei pensieri oggi sono da un’altra parte’, confessa Milena Gabanelli che dal 2016 ha detto addio alla terza rete del servizio pubblico ed è tornata al giornalismo su carta ed è proprio questa strada che l’ex conduttrice di ‘Report’ intende continuare a seguire.

‘A scanso di equivoci: ho un impegno con il ‘Corriere’ ed intendo onorarlo’, spiega la giornalista. La Gabanelli è lapidaria e categorica, intende portare avanti gli accordi presi con il quotidiano milanese e non vuole tornare a Viale Mazzini.

A proposito dei rapporti tra il servizio pubblico e la politica, la giornalista è convinta che per allontanare l’interferenza di quest’ultima dal servizio pubblico bisognerebbe ‘cambiare legge’ e ‘ispirarsi al modello inglese del trust per la scelta della governance’.

‘Il timore non è la lottizzazione in sé, che c’è sempre stata, tant’è che la Rai lottizzata ha prodotto grandi cose quando i partiti indicavano dirigenti con competenze dimostrate. La deriva della politica negli anni invece ha umiliato le professionalità, dentro e fuori dalla Rai’, sostiene la Gabanelli.

La giornalista sottolinea di non aver avuto legami con la politica durante il suo percorso. ‘Mai avuto rapporti con nessun ambiente politico. Sono invece stata consultata in diverse occasioni, ora come in passato, su temi di cui ho qualche competenza. Nessuno mi ascolta, ma questa è un’altra storia’, ironizza.

Milena Gabanelli: ‘Nelle scuole dovrebbe insegnare ai ragazzi a difendersi dalle fake news’

Durante l’intervista, la giornalista lancia un appello importante in merito al problema della diffusione delle fake news. ‘Bisogna insegnare a ragazzi e ragazze i processi di verifica prima di credere a una notizia e condividerla’, spiega.

La giornalista è convinta che per combattere le fake news è necessario partire dai giovani che sono il futuro del Paese. Secondo la Gabanelli solo una buona formazione anche a partire dalle scuole elementari può essere utile per contrastare il fenomeno.