Mara Venier: ‘La Domenica In delle Parodi? Preferivo guardare Barbara D’Urso’

L'ammissione di Mara Venier: 'La Domenica In delle sorelle Parodi? Preferivo guardare Barbara D'Urso, lei è formidabile e stravincerà anche contro di me, io mi accontento di guadagnare un paio di punti di share'. Zia Mara ha annunciato l'ingresso Alessia Macari e Gabriella Germani nel cast del suo nuovo programma.

da , il

    Circa un mese e mezzo al ritorno di Mara Venier a Domenica In (D-Day il 16 settembre su Rai 1) e la zia della TV italiana prosegue la marcia di riavvicinamento rilasciando almeno un paio di interviste a settimana, in ognuna delle quali, oltre a ribadire la personale ‘rivincita’ verso chi la considerava ormai vecchia a da rottamare, regala sempre un paio di chicche su come sarà la sua nuova trasmissione: stavolta, per esempio, ha anticipato i nomi di due presenze femminili del cast, ha detto perché non ci sarà Cristiano Maglioglio e soprattutto ha rivelato che la Domenica In delle sorelle Parodi non rientrava tra i suoi programmi preferiti…

    ‘È vero’, ha ammesso Mara Venier in una lunga intervista a Il Messaggero: ‘Della Domenica In di Cristina e Benedetta Parodi ho visto solo la prima puntata e neanche tutta, poi ho preferito passare su Barbara D’Urso. Il suo mix di risate e lacrime, trash e gusto sudamericano, è formidabile. Credo che in termini di ascolti stravincerà pure contro di me, anche perché si è presa tantissimo pubblico di Rai 1 e adesso è dura portarglielo via, ci vorrebbero due-tre anni di lavoro. Per quest’anno mi accontenterei di crescere di un paio di punti di share rispetto all’ultima Domenica In’.

    E per centrare l’obiettivo Mara sta cercando di mettere insieme la miglior squadra possibile: ‘Il team degli autori è tutto cambiato, tranne Marco Luci. Con me ci saranno Alessia Macari, la ciociara-irlandese vincitrice del primo GF Vip, e l’imitatrice Gabriella Germani che condurrà ‘Gli amici di Mara’, una specie di Corrida, fingendo di essere Maria De Filippi. E poi riproporrò il mitico Cruciverbone con le telefonate da casa’.

    Porte chiuse, quindi, per i suoi vecchi sodali Giampiero Galeazzi, Stefano Masciarelli, Giucas Casella, Luca Giurato e per il suo grande amico Cristiano Maglioglio: ‘Io a dire il vero li avrei presi tutti, li adoro, ma l’unico paletto che ho avuto dalla rete è questo: nessuno del passato. Spero però di averli almeno per una domenica. Riguardo Malgioglio il discorso è un po’ diverso: anche lui l’avrei preso per una sola puntata, ma al direttore di Rai 1 Teodoli non piace. Cristiano adesso sta dicendo che ha rifiutato lui, ma negli ultimi mesi mi ha chiamato spesso per avere una rubrica, o altro’.

    A Domenica In 2018-19, in mezzo a tanto divertimento, non mancheranno interviste ‘serie’ (‘Mi piacerebbe avere Salvini, Di Maio, Berlusconi e Renzi’) e approfondimenti importanti: ‘Vorrei dare spazio alle donne, ho 67 anni e su certi temi non accetterò condizionamenti. Faccio inoltre una promessa ai miei telespettatori: eviterò a tutti i costi il trash, episodi come la lite Pappalardo-Zequila non accadranno mai più’.

    Insomma, c’è tanta carne al fuoco, peccato solo che la seconda esperienza di Mara Venier a Domenica In durerà probabilmente soltanto una stagione: ‘Mi sono impegnata per una sola edizione, poi vorrei tornare a fare cose diverse: non mi dispiacerebbe, per esempio, riprendere il discorso interrotto con il gruppo Discovery, con cui stavo valutando un interessante progetto prima della chiamata della Rai…’.