Sonia Bruganelli: ‘Paolo Bonolis? Non vivo a suo carico, l’aereo privato me lo pago da sola’

Lo sfogo di Sonia Bruganelli: 'Paolo Bonolis? Non vivo a suo carico, ho un'attività che va molto bene e l'aereo privato posso pagarmelo da sola. Perché la gente mi critica sui social? Forse perché non sono una bellezza stratosferica...'.

Pubblicato da Raffaele Dambra Giovedì 26 luglio 2018

Da qualche tempo ogniqualvolta Sonia Bruganelli e Paolo Bonolis partono per le vacanze si innescano le solite (e stucchevoli) polemiche social tra la moglie del conduttore Mediaset e gli hater che le contestano lo sfoggio dell’aereo privato, considerandolo una pacchiana esibizione della sua vita all’insegna del lusso. La Bruganelli non si è mai curata troppo di queste critiche (‘Prendiamo l’aereo privato perché ce lo possiamo permettere, sarebbe ipocrita nasconderlo’), ma non accetta che la sua fortuna venga circoscritta al fatto di essere ‘la moglie di Bonolis’, avendo messo in piedi una florida attività che le ha regalato la piena indipendenza economica.

‘Proprio così, danno per scontato che viva a carico di mio marito Paolo Bonolis’, ha detto Sonia Bruganelli al Corriere della Sera, ‘E invece ho una mia società di casting e produzioni TV che non solo dà lavoro a me, ma ad altre trenta persone. Scovo i talenti che vanno nei programmi di Paolo e non solo, produco format. Certo, stare col conduttore di punta di Mediaset mi ha agevolata all’inizio, ma poi sono andata avanti con le mie forze. E adesso l’aereo privato lo pago da sola, non devo più chiedere a lui. E comunque la mia gavetta l’ho fatta, da ragazza mi alzavo ogni giorno alle cinque del mattino per fare la promotrice di telefonini all’aeroporto di Fiumicino’.

Laureata in Comunicazione e legata da oltre vent’anni a Paolo Bonolis, che ha poi sposato nel 2002 e da cui ha avuto tre figli, Sonia Bruganelli non è l’unica a mostrare sui social un tenore di vita molto alto, ma è tra le poche a ricevere continue critiche: ‘Forse perché non sono una bellezza stratosferica, nonostante sia la moglie di Bonolis. La donna bellissima, apparendo, ti dà la dimensione della differenza rispetto a una persona normale come me’.

In ogni caso, forse per la prima volta, Sonia Bruganelli ha ammesso che il continuo ricorso all’aereo privato, che tanto infastidisce i suoi follower, è stato determinato soprattutto dalla necessità di agevolare gli spostamenti della figlia Silvia, oggi 15enne, che com’è noto fin da piccola ha dovuto convivere con problemi fisici di un certo rilievo: ‘All’inizio ho convinto io Paolo a noleggiare l’aereo privato: siamo tanti e la primogenita, Silvia, ha problemi motori. Fino a poco fa si spostava solo in carrozzina, ora dopo tanti sacrifici e fisioterapia è quasi autonoma. La gente purtroppo giudica senza sapere, ma sono io che l’ho vista neonata in terapia intensiva per due mesi, mentre incontrava complicazioni non previste come l’ipossia e l’arresto cardiaco. È stata dura per lei, per noi, per i fratelli, ma questo è il mio dolore e nessuno lo vedrà mai su Instagram’.