Demi Lovato in ospedale per sospetta overdose, la famiglia chiede ‘rispetto della privacy’

Demi Lovato è stata ricoverata in ospedale il 24 luglio scorso per una sospetta overdose da eroina. La pop star americana, che aveva festeggiato i sei anni di astinenza da droghe e alcool, è caduta nuovamente nel vortice. Il suo portavoce ha fatto sapere che la 25enne sta bene, è sveglia ed è insieme alla sua famiglia, ma molte delle notizie circolate sul suo conto non sono veritiere.

da , il

    Demi Lovato in ospedale per sospetta overdose, la famiglia chiede ‘rispetto della privacy’

    Demi Lovato è stata ricoverata d’urgenza in ospedale per una sospetta overdose da eroina: il tutto è avvenuto nella giornata del 24 luglio, quando la polizia di Los Angeles ha ricevuto una chiamata proveniente da un’abitazione sulle colline di Hollywood.

    Già in passato, Demi Lovato si è curata per abuso di sostanze stupefacenti e, al compimento dei sei anni di astinenza, aveva ammesso di essere ricaduta nel vortice dell’eroina. Poi, l’overdose che l’ha portata nella giornata di ieri ad un ricovero d’urgenza in ospedale: ‘Alla vigilia di una serie di appuntamenti attesissimi, la superstar della musica pop Demi Lovato sarebbe stata ricoverata in ospedale per un’apparente overdose dopo essere stata rianimata a casa sua’, si legge su Fox News. Eppure, solo qualche giorno fa, la cantante aveva condiviso con i suoi fan la gioia del nuovo album, il settimo: ‘Mai stata così orgogliosa di una canzone nella mia vita’, aveva scritto il 21 luglio su Twitter.

    Leggi anche: Vip depressi: le star che hanno affrontato il male di vivere

    Demi Lovato, non si tratta di overdose da eroina

    Dopo le prime notizie iniziate a circolare sul ricovero di Demi Lovato per overdose da eroina, fonti certe hanno confermato che non si tratta di questo tipo di sostanza stupefacente.

    La cantante 25enne, tuttavia, è ancora sotto osservazione nell’ospedale di Los Angeles insieme alla famiglia che le si è stretta attorno chiedendo ai media il rispetto della privacy.

    La pop star, nata nella scuderia della Disney, aveva lottato per anni contro la dipendenza da droga e alcool e aveva raccontato la sua storia in una intervista e in un documentario andato in onda su MTV.

    La Lovato è riuscita a resistere alle ‘tentazioni’ per ben sei anni e, solo negli ultimi tempi, aveva ammesso di essere ricaduta nel vortice delle droghe.

    Leggi anche: Star anoressiche: storie di donne famose vittime dell’anoressia

    Demi Lovato in ospedale: ‘E’ sveglia’

    Dopo ore di paura tra i fan della cantante americana, una nota diramata dal suo ufficio stampa ha annunciato che Demi Lovato è fuori pericolo.

    ‘È sveglia, la sua famiglia è al suo fianco’ – ha detto il suo portavoce – ‘Vuole ringraziare tutti per il sostegno e le preghiere’.

    ‘Alcune delle informazioni diffuse non sono corrette e la famiglia chiede il rispetto della privacy perché la sua salute al momento è la cosa più importante’ – ha concluso, confermando che molto probabilmente ciò che ha portato Demi Lovato in ospedale non è una overdose da eroina.

    Preoccupato per la cantante anche l’ex fidanzato Wilmer Valderrama, che ha fatto sapere di essere rimasto sconvolto dalla notizia.

    ‘Sapere che adesso sta così male è straziante per lui’ – ha detto una voce informata a People.