Sanremo 2019: nuove proposte addio, categoria unica per giovani e big

Previste grosse novità per Sanremo 2019: nuove proposte addio, ci sarà probabilmente una categoria unica per giovani e big. Una scelta rivoluzionaria ma non completamente inedita nella storia recente del Festival della Canzone Italiana.

Pubblicato da Raffaele Dambra Venerdì 13 luglio 2018

Non c’è ancora la conferma ufficiale (e ci sarà soltanto quando sarà pubblicato il regolamento completo), ma sembra proprio che a Sanremo 2019 le nuove proposte non faranno gara a sé ma ci sarà una categoria unica con giovani e big a contendersi la vittoria finale del Festival della Canzone Italiana. Secondo i rumors che stanno circolando nelle ultime ore, l’intenzione del direttore Claudio Baglioni sarebbe quella di allargare la base dei partecipanti a 24 artisti, di cui 20 campioni, scelti dalla commissione artistica, e 4 nuove proposte selezionate mediante la doppia serata Sanremo Giovani.

Eh sì, perché a differenza degli ultimi anni stavolta il classico appuntamento di dicembre per la selezione dei giovani del Festival di Sanremo, e per l’annuncio dei big, si terrà non in una ma in due puntate, il 13 e 14 dicembre 2018 su Rai 1, e si intitolerà non più Sarà Sanremo ma Sanremo Giovani. È facile quindi immaginare che la doppia trasmissione servirà a selezionare con maggiore attenzione e severità le 4 fortunate nuove proposte ammesse sul palco dell’Ariston. Nuove proposte che se da un lato avranno meno chance di conquistare l’accesso al Festival, essendosi dimezzati i posti da 8 a 4, dall’altro potranno addirittura giocarsi la vittoria di Sanremo 2019 fianco a fianco ai big della musica italiana, passando in men che un attimo da sconosciuti a celebrità.

Ricordiamo comunque che stiamo parlando di indiscrezioni, seppur attendibili, e che, come detto, l’effettivo numero dei cantanti del Festival di Sanremo 2019 e il meccanismo della kermesse si conosceranno solo dopo la pubblicazione del regolamento ufficiale (tra l’altro non va dimenticata la questione del concorso Area Sanremo, che di solito invia di diritto due giovani cantanti al Festival).

In ogni caso l’eventuale ‘mescolanza’ tra giovani e big non costituirebbe una novità assoluta nella storia recente del Festival di Sanremo. Era per esempio già accaduto nel 2004, all’epoca della martoriata edizione targata Tony Renis e Simona Ventura, quando i cantanti parteciparono tutti in un’unica categoria, mentre nel ’98 (con il compianto Raimondo Vianello) i primi tre classificati delle nuove proposte (per la cronaca Annalisa Minetti, Lisa e Luca Sepe) furono ammessi direttamente alla gara dei big ottenendo tra l’altro risultati assai lusinghieri: la Minetti vinse addirittura il Festival con ‘Senza te o con te’, Lisa (proprio quella tornata alla ribalta con il programma Ora o Mai Più) giunse al terzo posto e Sepe al settimo. Poi ultimo arrivò un certo Enzo Jannacci, ma questa è un’altra storia…