Morto Joe Jackson, il padre dispotico di Michael e Janet Jackson

E' morto il 27 giugno 2018 Joe Jackson, padre di Michael e Janet Jackson. Manager e musicista era malato da tempo ed era ricoverato presso una clinica privata. L'annuncio del decesso è stato dato dai siti di notizie online e, in seguito, anche dai familiari che hanno ricordato come Joe sia stato uno dei più grandi uomini dello showbiz americano.

Pubblicato da Luana Rosato Giovedì 28 giugno 2018

Morto Joe Jackson, il padre dispotico di Michael e Janet Jackson
Ansa – Joe Jackson alla 68esima edizione del Festival di Cannes / Ansa

E’ morto all’età di 89 anni Joe Jackson, il padre di Michael e Janet Jackson noto per i suoi metodi dispotici e violenti. Da tempo malato di cancro, il manager e musicista si è spento presso la Nathan Adelson Hospice di Las Vegas, dove era ricoverato.

A dare la notizia della morte di Joe Jackson è stato, per primo, il sito TMZ che ha annunciato il decesso del padre di Micheal e Janet Jackson nella giornata del 27 giugno 2018. Solo pochi minuti dopo, poi, sono arrivati anche i messaggi dei familiari tra cui il nipote Randy che ha twittato: ‘Addio a re che ha reso possibile tutto questo!’. E’ stato Joe Jackson, infatti, a lanciare la carriera dei Jackson 5 e, in particolar modo, di Michael, il figlio più talentuoso, con il quale ebbe un rapporto turbolento.

Joe Jackson e il legame con il figlio Michael

Joe Jackson, infatti, era noto per i suoi metodi educativi molto violenti denunciati, in seguito, dai figli.

Il primo a parlarne fu proprio Michael Jackson che, in un’intervista di Martin Bashir, raccontò come durante le prove o le sessioni di registrazione dei Jackson 5, in caso di errore, il padre li picchiava con la cintura o con qualsiasi altra cosa gli capitasse sotto tiro.

Anche gli altri figli di Joe Jackson lo accusarono di abusi fisici e, nel tempo, il manager si costruì la fama di uomo tra i più autoritari e dispotici dello showbiz americano.

Solo molti anni dopo, Micheal perdonò il padre con un discorso pubblico nel 2011, ma la fama di manager e musicista violento e aggressivo ha continuato ad accompagnare Joe Jackson fino agli ultimi giorni della sua vita.