Alda D’Eusanio contro la Rai: ‘Hanno fatto di me carne di porco’

Gli aneddoti di Alda D'Eusanio contro la Rai: 'Hanno fatto di me carne di porco, mi toglievano i programmi per darli ad altri conduttori. Colpa del mio carattere poco incline alla diplomazia'. La giornalista ha raccontato a Belve anche il famoso episodio a La Vita in Diretta.

da , il

    Alda D'Eusanio a Belve: 'La RAI ha fatto di me carne di porco'

    La giornalista Alda D’Eusanio e la Rai sono ai ferri corti da alcuni anni (e pensare che in passato Alda era stata a lungo uno dei volti di punta della TV di stato), per cui non devono sorprendere le nuove dichiarazioni dell’ex conduttrice di Ricomincio da Qui, che ha rigirato il coltello nella piaga rivelando di aver subito parecchie angherie dai piani alti di viale Mazzini, anche a causa del suo carattere poco propenso alla diplomazia. ‘Se c’era da mandare a quel paese un direttore, ce lo mandavo’, ha ammesso, ‘Per cui hanno fatto di me carne di porco…’.

    Alda D’Eusanio, che ultimamente è tornata in TV nel ruolo di opinionista di Matrix Chiambretti e Stasera Italia, ha raccontato queste e altre cose durante la puntata del 22 giugno di Belve, il talk show di Francesca Fagnani in onda su Nove tutti i venerdì alle 22:45. Oltre a confermare i rapporti tesissimi con i vertici Rai, la giornalista e conduttrice ha raccontato la sua versione sul famoso episodio di La Vita in Diretta, quando le scappò una frase probabilmente infelice su un ragazzo disabile (era il 2013, da quel momento non ha più messo piede in Rai).

    ‘Ho il ‘difetto’ di dire sempre quello che penso e per questo mi sono spesso scontrata con i direttori di rete, ‘ha detto Alda D’Eusanio a Belve, ‘E loro me la facevano pagare togliendomi i programmi: se c’era bisogno di liberare un posto per far lavorare qualcun altro, sistematicamente ne andavo di mezzo io’.

    Però quel giorno del 2013 a La Vita in Diretta, quando si chiusero definitivamente i rapporti tra Alda D’Eusanio e la Rai, è difficile ammettere che la ragione non fosse dalla parte della TV di stato: ‘Ecco, in quel caso si arrabbiarono particolarmente, e mi sento di dire anche a ragione. Accadde che in un collegamento con un disabile grave e la sua famiglia, guardando quel povero ragazzo in sedia a rotelle che non riusciva neanche a tenere la testa in su, mi scappò il commento: ‘Per me quella, con quello sguardo vuoto, non è vita’, aggiungendo poi ‘Mamma, ti prego, se mi dovesse capitare la stessa cosa che è accaduta a quel ragazzo, tu lasciami andare (andare nel senso di morire, ndr)’.

    Ci furono polemiche molto forti e l’allora presidente della Rai, Anna Maria Tarantola, dette l’ordine a tutti i capi struttura e direttori di rete di non invitare mai più Alda D’Eusanio in nessuna trasmissione. Veto che a quanto pare continua ancora oggi…