Claudia Gerini a Un Giorno da Pecora: ‘Sì al censimento dei Rom’

L'attrice Claudia Gerini a Un Giorno da Pecora si schiera dalla parte di Matteo Salvini: 'Sì al censimento dei Rom, è una mossa ottima e sacrosanta, non è giusto che gli italiani siano censiti e loro no'. Ma siamo sicuri che sia proprio così?

Pubblicato da Raffaele Dambra Giovedì 21 giugno 2018

Dopo quello di Riccardo Scamarcio, Matteo Salvini incassa l’endorsement di un’altra star del cinema italiano, Claudia Gerini, che a Un Giorno da Pecora, trasmissione radiofonica di Rai Radio 1 con Geppi Cucciari e Giorgio Lauro, ha dichiarato di approvare il discusso ‘censimento dei rom’ annunciato dal Ministro dell’Interno del governo Conte, ritenendola una mossa non solo ottima ma addirittura sacrosanta. Secondo la Gerini, infatti, non è giusto che gli italiani siano censiti e i rom no, dimostrando però di non essere molto informata sull’argomento…

Chiamata in trasmissione per discutere di alcune questioni, riguardanti non solo il cinema ma anche l’attualità e la politica, Claudia Gerini ha detto la sua anche sull’ultima sparata di Matteo Salvini, evidenziando la sua ammirazione per le proposte del leader della Lega: ‘Il censimento dei rom? Non è mossa razzista ma ottima’, ha tuonato l’ultima vincitrice del David di Donatello, ‘Perché noi dobbiamo essere censiti e i rom no? Si stanno facendo passi finalmente dalla parte degli italiani’.

Anche la Gerini però, e non è questione di essere di destra, di sinistra o di centro, è caduta nel tranello populista di una schedatura ‘su base etnica’ che non è neppure prevista dal nostro ordinamento, ignorando probabilmente che il censimento degli italiani a cui ha fatto riferimento (‘perché noi dobbiamo essere censiti?’) risponde a criteri completamente diversi. Sempre ricordando che moltissimi rom e sinti sono cittadini italiani a tutti gli effetti… cosa che tra l’altro hanno cercato di spiegarle numerosi utenti sui social.

E pensare che non più di un anno fa Claudia Gerini si era schierata apertamente a favore del Partito Democratico, dicendosi convinta che la direzione presa dal partito guidato allora da Renzi avrebbe presto portato a un cambiamento in positivo dell’Italia. Ma evidentemente ha cambiato idea…

Come scrivevamo all’inizio, prima delle dichiarazioni di Claudia Gerini a Un Giorno da Pecora era stato il suo collega Riccardo Scamarcio a schierarsi dalla parte delle politiche del nuovo governo ‘giallo-verde’: ‘Non sono assolutamente d’accordo con chi semplifica dicendo che questo sia un governo razzista’, ha detto l’attore pugliese, ‘Il governo Conte ingloba anche una larga parte di pensiero nazionalista nel senso più nobile nel termine. Per quanto riguarda poi la vicenda Aquarius, la chiusura dei porti è una semplificazione, non diciamo cose che non sono corrette: c’è stata una netta presa di posizione dell’Italia che ha positivamente prodotto due incontri bilaterali con Francia e Germania’.

Insomma, pare che alcuni attori italiani abbiano già fiutato l’aria nuova e deciso dove dirigere la prua…