Carmen Consoli: ‘Sono per la famiglia tradizionale’

Carmen Consoli racconta la scelta di diventare una mamma single e di avere un figlio attraverso la fecondazione assistita. Carlo, il suo bambino ha 5 anni e un giorno, se vorrà potrà conoscere il padre. La cantante ha confessato di essere una sostenitrice della famiglia tradizionale

Pubblicato da Chiara Podano Mercoledì 20 giugno 2018

Carmen Consoli è una mamma single, ha avuto il figlio Carlo 5 anni fa tramite fecondazione assistita. La cantante attualmente vive insieme alla mamma e al suo bambino a Catania, sua città d’origine. Cresciuta con un ‘padre d’altri tempi’, Carmen Consoli si professa a favore della famiglia tradizionale.

In una recente intervista rilasciata a ‘7’, Carmen Consoli ha parlato della sua vita da mamma e dell’esperienza di essere una madre single. La cantante ha scelto infatti la strada della fecondazione assistita per avere il suo bambino, una decisione maturata a 38 anni e poco dopo la morte del padre.

Carmen Consoli e la famiglia tradizionale

‘Un figlio è meglio farlo con un marito ed è meglio dare a un bambino una famiglia, anche omogenitoriale, anche se io sono per la famiglia tradizionale’, a pronunciare queste parole è Carmen Consoli. L’ultima parte di queste sue dichiarazioni ha stupito molto. La cantante ha rivelato che prima di realizzare il desiderio di maternità senza un compagno ha riflettuto e si è informata sulla scelta più giusta da prendere.

‘Mi sono informata, ho letto studi su ragazzi ormai maggiorenni nati con la fecondazione assistita da genitori single: con il giusto amore, e i punti di riferimento, crescono come ragazzi di famiglie etero cosiddette normali’, ha dichiarato Carmen Consoli.

La cantante ha scelto un ‘percorso delicato’ per avere il figlio Carlo, una decisione maturata a 38 anni quando Carmen si è ritrovata sola con la mamma dopo la morte del padre. Carmen Consoli rivela che avrebbe potuto fare di tutto per diventare mamma come ‘trovare un uomo più giovane, un fan o un toy boy’, ma ha poi deciso di volare a Londra per la fecondazione assistita con il non anonimato del donatore.

‘Carlo potrà sapere chi è il padre, se vorrà, è già molto autonomo nelle scelte’, ha ammesso Carmen Consoli che ha poi raccontato di come il figlio le abbia chiesto di battezzarsi per ‘vaccinarsi contro il peccato originale’.

Carmen Consoli: ‘Amo le cose d’altri tempi

‘Mio padre era un uomo di altri tempi’, ha raccontato Carmen Consoli che ha rivelato che in un uomo apprezza non solo la sicurezza, ma anche gesti che ne dimostrino cortesia e gentilezza

‘Mi piacciono cose d’altri tempi. piccole sciocchezze: siamo a tavola e arriva la stessa pietanza che abbiamo ordinato? Mi piace se lui fa ‘Prego, prima tu’. O arriva il conto, lui finge di andare in bagno e va a pagare’, ha confessato la cantante sicula in conclusione.