Don Mazzi: ‘Fabrizio Corona ha la capacità satanica di manipolare la verità’

All'indomani dell'intervista di Fabrizio Corona ai microfoni di Non è l'Arena, è giunta la replica di Don Mazzi che ha spiegato di aver sempre seguito e assistito l'ospite di Giletti durante il suo percorso in comunità. 'Ha la capacità satanica di manipolare la verità’ - ha dichiarato il prete riguardo Corona.

da , il

    Don Mazzi: ‘Fabrizio Corona ha la capacità satanica di manipolare la verità’

    La replica di Don Mazzi alle dichiarazioni di Fabrizio Corona sui loro rapporti nella comunità Exodus è giunta poche ore dopo l’intervista rilasciata a Non è l’Arena su La7. Se, da una parte Corona ha asserito di non essere mai stato a stretto contatto con il prete, quest’ultimo ci ha tenuto a smentire: ‘L’ho sempre seguito e assistito’.

    Secondo Don Mazzi, Fabrizio Corona ha raccontato ai microfoni di Massimo Giletti la sua verità, distorta rispetto a quanto accaduto realmente. Raggiunto telefonicamente dalla trasmissione radiofonica Non Stop News su Rtl 102.5, Don Mazzi ha precisato: ‘Se Corona è uscito dal carcere di Opera è perché ci siamo dati da fare io, il direttore e il cappellano don Antonio’ – e ha ribadito di aver sempre seguito e assistito l’imprenditore durante il suo percorso di recupero. ‘Ha la capacità satanica di manipolare la verità’ – ha tuonato il prete.

    Leggi anche: Don Mazzi: ‘Fabrizio Corona mi ha fregato: si cerchi un altro’

    Don Mazzi su Fabrizio Corona: ‘L’ho visto peggiorato’

    ‘Ho mandato Corona in quella (comunità, ndr) di Gallarate perché tenendolo con me sarebbe stata una girandola di giornalisti e fotografi’ – ha chiarito alla radio Don Mazzi – ‘Appena arrivato in comunità sono andato a trovarlo’.

    Eppure, proprio Corona negli studi di Non è l’Arena aveva detto: ‘Don Mazzi non l’ho mai visto durante il mio percorso in comunità [...]Se lui vuole farsi pubblicità con il mio nome me lo dicesse’.

    Insomma, dichiarazioni e verità diametralmente opposte che dividono ancora una volta il pubblico da casa che continua a schierarsi a favore o contro l’imprenditore.

    Don Mazzi, però, che ha seguito il percorso di Corona nella sua comunità pare non sia stato particolarmente turbato dalle parole di Fabrizio.

    ‘Siamo abituati a gente che ci adora e gente che si inventa di tutto. Non mi meraviglia’ – ha concluso, affermando di aver visto in tv un Corona ‘peggiorato’.

    Leggi anche: Fabrizio Corona in comunità, don Mazzi: ‘La giustizia l’ha trattato in modo assurdo’

    Fabrizio Corona: ‘La mia parola in un programma di parola. Ho vinto’

    Lo scalpore suscitato dalle parole di Fabrizio Corona e la replica ‘avvelenata’ di Don Mazzi, non hanno affatto scalfito la sicurezza del ‘re dei paparazzi’.

    All’indomani della sua intervista a Non è l’Arena, infatti, ha esulato su Instagram con un post che continuerà a far discutere.

    ‘[...] È il momento dei sorrisi per me. Ieri non solo ho potuto parlare, chiarire, raccontare anche a muso duro l’unica verità sulla mia vicenda che nessun giornalista o tv ha mai saputo riportare’ – si legge sul profilo di Corona – ‘Ma ieri ho anche accettato una grande sfida’.

    ‘[...]Il piccolo Golia contro la tv commerciale fatta di nomi illustri, ospiti strapagati, collegamenti all’estero, calcio e gossip’ – ha continuato – ‘Io da Giletti ho portato invece un solo ospite, ma importantissimo: la mia parola in un programma di parola. E ho vinto, abbiamo vinto [...].

    ‘[...]ho vinto parlando di giustizia, mettendo in rete le carte, usando la più grande arma che Dio ci ha donato: la parola libera. Quella che nessuno potrà più togliermi. Corona ha urlato, lo so. Ma ha urlato la sua verità. E la verità è sempre vincente’ – ha concluso Fabrizio Corona, entusiasta per i risultati della sua intervista.

    View this post on Instagram

    Ho letto tutto. Ho letto le critiche positive e negative. Ho letto. Ma non mi sono soffermato. Per tutta la notte ho ripensato al peso delle mie parole. Pensiate sia il momento delle scuse? No. È il momento dei sorrisi per me. Ieri non solo ho potuto parlare, chiarire, raccontare anche a muso duro l’unica verità sulla mia vicenda che nessun giornalista o tv ha mai saputo riportare; ma ieri ho anche accettato una grande sfida. Spieghiamo: La mia presenza in tv fa gola a molti. E certo: ‘Corona urla e fa share’. Potevo presenziare in altre e alte trasmissioni. Invece ho accettato La7. Il piccolo Golia contro la tv commerciale fatta di nomi illustri, ospiti strapagati, collegamenti all estero, calcio e gossip. Io da Giletti ho portato invece un solo ospite, ma importantissimo: la mia parola in un programma di parola. E ho vinto, abbiamo vinto, La7 dalle 21 alle 23 vola negli ascolti e diventa la Nazionale della tv. Meglio della Nazionale vera, quei sola, che non ci hanno fatto andare al mondiale. Su canale 5 c’era il Brasile e poi Balalaika con i suoi ospitoni. Il Brasile in campo ha pareggiato. Flop. E sapete perché? Perché il vero Brasile ieri ero io e ho vinto parlando di giustizia, mettendo in rete le carte, usando la più grande arma che Dio ci ha donato: la parola libera. Quella che nessuno potrà più togliermi. Corona ha urlato, lo so. Ma ha urlato la sua verità. E la verità è sempre vincente... anche contro i mondiali. Saluti da Fabrizio Corona #eroenazionale

    A post shared by Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal) on