Al Bano: ‘Mamma Jolanda a 95 anni è ancora una donna inarrestabile’

L'amore di Al Bano per mamma Jolanda: 'A 95 anni è ancora una donna inarrestabile ed è la base della nostra famiglia. E pensare che per me sognava un futuro da insegnante'. Il rapporto tra il cantante e sua madre sarà ben sviscerato nel docufilm 'Madre mia' in onda su Rete 4.

da , il

    L’indissolubile rapporto tra Al Bano e mamma Jolanda, 95 anni portati splendidamente, sarà sviscerato, insieme a tanti altri aspetti che riguardano la vita del cantante pugliese, nel docufilm ‘Madre mia’, in onda su Rete 4 il 10 e il 17 giugno 2018. Un documentario interamente girato a Cellino San Marco alla scoperta delle radici di Al Bano Carrisi, in cui appariranno le due donne che hanno segnato la sua vita dal punto di vista sentimentale, Romina Power e Loredana Lecciso, ma soprattutto lei, Donna Jolanda Ottino vedova Carrisi, a cui ‘Madre mia’ è ovviamente dedicato.

    ‘Mia madre è la base della nostra famiglia’, ha detto Al Bano in un’intervista a Chi anticipata da TgCom, ‘Ma anche la testimone di 90 anni di storia d’Italia. Alla sua età è ancora inarrestabile e pensa, come tante mamme del sud, che senza i suoi piatti io possa deperire’. Al Bano a sua mamma Jolanda aveva già dedicato il quasi omonimo libro ‘Madre Mia. L’origine del mio mondo’.

    ‘La sua vita sembra davvero un romanzo’, ha assicurato l’artista, ‘Ha attraversato tutti gli eventi dimostrando che se mantieni i valori importanti non perdi mai la rotta. È sempre stata una rivoluzionaria: per esempio, per stare insieme all’amore della sua vita, mio padre Carmelo Carrisi, è scappata da casa in bicicletta e l’ha sposato’. La classica ‘fuitina’ a cui hanno dovuto ricorrere tante ragazze del Meridione per sposare la persona amata, mettendo i propri genitori davanti al fatto compiuto…

    In ‘Madre mia’ si parlerà probabilmente anche dell’iniziale contrarierà di Donna Jolanda al matrimonio di Al Bano con la rampolla delle star hollywoodiane Romina Power: ‘È vero, all’inizio non era tanto d’accordo che la sposassi, poi però l’ha adottata come se fosse una figlia. Quando abbiamo divorziato ha sofferto molto, ma ora è felice che abbiamo riallacciato i rapporti’.

    E pensare che la signora Carrisi avrebbe tanto desiderato per il suo ‘figlioletto’ una vita tranquilla senza troppi grilli per la testa, altro che le tentazioni del mondo dello spettacolo: ‘Sì, per me sognava una vita col posto fisso, magari da insegnante. Ma quando ha visto che ce l’avevo fatta a diventare un cantante affermato, ha capito di aver fatto bene a lasciarmi inseguire i miei sogni’.

    Come dovrebbe fare ogni bravo genitore.