‘Amici’, Gino Paoli: ‘Sono venuto soprattutto per molestare la ‘Filippi’

Gino Paoli, ospite del serale di ‘Amici’, si esibisce in un duetto con Einar, concorrente della squadra blu. Cantano ‘Che cosa c’è’ e mandano il pubblico in estasi. Tutto è magico e perfetto, fino a che il famoso cantautore non prende la parola e fa una battuta alquanto fuori luogo.

da , il

    ‘Amici’, Gino Paoli: ‘Sono venuto soprattutto per molestare la ‘Filippi’

    Grandi ospiti nella puntata serale di ‘Amici’ andata in onda Domenica 27 Maggio 2018. Tra questi anche Gino Paoli che si è esibito in duetto con Einar, concorrente della squadra blu. Hanno cantato uno dei pezzi più belli del famoso cantautore: ‘Che cosa c’è’, interpretandolo in modo poco romantico, ma molto complice, quasi come se fossero padre e figlio.

    Il pubblico è rimasto estasiato, così come la giuria. In tanti non sono riusciti a trattenere le lacrime, ma la magia creata da questa performance così intensa si è interrotta bruscamente quando, dopo aver cantato, Gino Paoli ha avuto un’uscita piuttosto fuori luogo: ‘Sono venuto soprattutto per molestare la ‘Filippi’, poi tra vent’anni mi denuncerà’. Una battuta che ha fatto calare il gelo in studio, trattandosi di un chiaro riferimento alle vicende legate alla ribellione di tante donne del mondo dello spettacolo contro gli abusi sessuali subiti da parte di colleghi, registi o produttori.

    Dato l’argomento delicato, Gino Paoli avrebbe fatto meglio a evitare di pronunciare parole così spiacevoli, soprattutto per rispetto di tutte quelle donne che hanno trovato il coraggio di denunciare i molestatori, anche se a distanza di anni.