Vasco Rossi: ‘Sanremo? Farei il direttore artistico, ma canterei solo io’

Vasco Rossi ha partecipato al Festival di Sanremo come concorrente e super ospite, ma sarebbe pronto ad assumere il timone della kermesse musicale rivestendo il ruolo di direttore artistico. Così, il Kom, si esprime in un'intervista a pochi giorni dall'inizio del 'Non Stop Live Tour': ironia o pura verità? Intanto, la sua opinione su Claudio Baglioni è molto critica.

Pubblicato da Luana Rosato Lunedì 21 maggio 2018

Vasco Rossi: ‘Sanremo? Farei il direttore artistico, ma canterei solo io’
Ansa – Vasco Rossi durante le prove per la presentazione del nuovo tour / Ansa

Vasco Rossi è salito per tre volte sul palco del Festival di Sanremo – due come concorrente e una come super ospite – ma non è escluso un suo ritorno come direttore artistico. Prima dell’inizio del ‘Non Stop Live Tour, il Kom si concede alle interviste e, tra musica, progetti futuri e speranze di un’Italia migliore, lancia anche una frecciatina a Claudio Baglioni.

Pur non approvando la conduzione del Festival di Sanremo da parte del collega – ‘Baglioni è stato un genio a organizzare, ha garbo, ma non mi è piaciuto l’obbligo per gli ospiti di cantare un suo brano’ – Vasco Rossi si è detto pronto ad assumere il timone della kermesse musicale come direttore artistico, ma ad una condizione: ‘Lo farei cantando tutte le canzoni io. Senza duetti che non sopporto’. Così, il rocker di Zocca si è espresso durante un’intervista al Corriere della Sera, ironizzando (forse) su un suo possibile ritorno all’Ariston dopo l’ultima apparizione avvenuta nel 2005 durante un Festival di Paolo Bonolis.

Leggi anche: Vasco Rossi si sfoga: ‘Nella vita devo ringraziare solo due cose’

Vasco Rossi, ‘provocautore’ sul palco di Sanremo

Il palco di Sanremo è stato, nel lontano 1982, un’importante vetrina per Vasco Rossi che si presentò alla manifestazione con il brano Vado al massimo cui seguì, l’anno successivo, Vita Spericolata che si posizionò al penultimo posto nella graduatoria.

Entrambe le canzoni non furono apprezzate dalla platea dell’Ariston, ma ottennero grandissimo successo di pubblico tanto da consacrare Vasco come uno degli idoli nazionali della musica italiana.

Nel 2005, poi, il Kom ha scelto di tornare al Festival di Sanremo come super ospite e, in quell’occasione, ha riproposto proprio Vita Spericolata che, pur non essendo stata apprezzata anni addietro, è divenuta una canzone pilastro della cultura nostrana.

Vasco Rossi, il tour e una nuova canzone

Intanto, in attesa di capire se la proposta di Vasco Rossi come direttore artistico del Festival di Sanremo sia pura utopia o una possibilità (seppur assai remota), il Kom si prepara per tornare nel suo habitat naturale: gli stadi italiani.

Dopo il successo del Modena Park – ‘È stato qualcosa di perfetto, ho raggiunto un punto dove restare immortalato per sempre’ – il rocker avrebbe potuto ritirarsi, ma senza la musica non può stare.

‘La vita mi viene liscia come l’olio quando c’è la musica. Quando manca cadono tutte le certezze e cominciano i problemi’ – ha spiegato – ‘ Se la mia testa non si applica a qualcosa inizia a lavorarmi contro’.

Vasco, infatti, non ha alcuna intenzione di fermarsi nemmeno il prossimo anno e, dopo il tour che lo vedrà esibirsi in sette stadi italiani, è pronto per stupire i fan con una nuova canzone.

‘Entro fine anno uscirà una canzone su un carattere femminile, un brano filosofico’ – ha annunciato, consapevole dell’impatto che i suoi brani hanno sui suoi sostenitori – ‘La musica è un’arte povera ma le canzoni hanno la forza di commuovere’.

Leggi anche: Vasco Rossi, nuovo tour nel 2018: a giugno sette concerti negli stadi

Vedi anche: