Noemi canta l’Inno di Mameli prima di Juve-Milan ma i social la bocciano

Critiche su Noemi: canta l'Inno di Mameli prima della finale Juve-Milan di Coppa Italia ma i social bocciano la sua performance (quel 'poropo poropo poropopopopo' non si può sentire), anche se non sono mancati gli apprezzamenti.

da , il

    Noemi canta l’Inno di Mameli prima di Juve-Milan ma i social la bocciano

    Come da tradizione, prima della finalissima di Coppa Italia tra Juventus e Milan, Noemi ha cantato l’Inno di Mameli di fronte ai 70 mila spettatori dello Stadio Olimpico di Roma, ma non tutto è filato liscio e i social non l’hanno risparmiata (ma c’è anche chi ha apprezzato l’esibizione e tra poco vi spiegheremo perché). In particolare molti hanno criticato il ‘poropo poropo poropopopopo’ con cui Noemi ha accompagnato il refrain strumentale dell’inno e la stonatura finale sul ‘siam pronti alla morte’ che ha in parte rovinato la performance della cantante romana.

    La consuetudine di far cantare da un nota artista l’Inno nazionale prima della finale di Coppa Italia è stata introdotta da circa dieci anni, e da allora si sono cimentati cantanti molto famosi appartenenti all’area pop come Emma, Arisa, Chiara, Lorenzo Fragola, Alessandra Amoroso, Malika Ayane, Lodovica Comello e altri. Quest’anno, invece, la scelta è ricaduta su Noemi, la rossa cantante reduce dalla bella esperienza al Festival di Sanremo 2018 con il brano ‘Non smettere mai di cercarmi’.

    Pochi minuti prima dell’inizio della finale di Coppa Italia tra Juve e Milan (finita poi 4-0 per i bianconeri), Noemi è salita sul palchetto allestito nello stadio per cantare l’Inno di Mameli: l’inizio è stato persino incoraggiante, ma quando è arrivata la parte strumentale la cantante non ha saputo resistere e ci ha cantato sopra l’inverosimile ‘poropo poropo poropopopopo’ che ha fatto storcere il naso a tanti, concludendo poi l’esibizione con una stecca sulla strofa conclusiva.

    Tra tanti commenti negativi apparsi sui social (‘Non si può sentire, ‘Ha rovinato l’Inno’, ‘Preferisco la vecchia, cara e tradizionale banda dei Carabinieri’), dobbiamo però dire che ce ne sono stati altrettanti di ammirazione per la performance di Noemi: molti hanno apprezzato proprio il fatto che l’ex concorrente di X Factor abbia cantato l’inno come l’avrebbe fatto un tifoso qualunque seduto sul divano di casa. ‘Chi non canta il ‘poropopo’ durante l’inno nazionale non va considerato italiano’, hanno scritto per esempio su Twitter, insieme a ‘Noemi una di noi! Canta l’inno come noi da casa col ‘poropo poropo’ e ‘Tutti a criticare il ‘poropò poropo’ di Noemi, ma perché, voi non lo avete mai cantato?’

    Insomma, luci e ombre, anche se va ricordato che Noemi era lì in veste ‘ufficiale’ e allo stadio erano presenti le più alte cariche dello Stato, a cominciare dalla Presidente del Senato, per cui la concessione sul ‘poropo poropo poropopopopo’ se la poteva probabilmente risparmiare.

    Voi che ne pensate?