Amanda Knox: ‘Screditata con stereotipi sessisti, ma non odio l’Italia’

Sentite cos'ha da dirci Amanda Knox: 'Sono stata screditata con stereotipi sessisti, ma non odio l'Italia'. La ragazza americana, accusata con Sollecito dell'omicidio di Meredith Kercher ma poi assolta, sta per debuttare su Facebook Watch come intervistatrice.

Pubblicato da Raffaele Dambra Giovedì 10 maggio 2018

Amanda Knox: ‘Screditata con stereotipi sessisti, ma non odio l’Italia’
Primo piano di Amanda Knox, la ragazza americana accusata e poi assolta dell’omicidio di Meredith Kercher. / Ansa

Torna a parlare Amanda Knox, la ragazza americana accusata con Raffaele Sollecito dell’omicidio di Meredith Kercher ma assolta in Cassazione (con lo stesso Sollecito) per non aver commesso il fatto, alla vigilia del suo debutto sulla piattaforma Facebook Watch come intervistatrice ‘di donne a cui è stata distrutta la reputazione come accadde a me’. Amanda Knox, che a luglio compirà 31 anni, ritiene infatti di essere finita nel calderone mediatico che tutti conosciamo anche per il suo essere donna.

‘Sono stata screditata attraverso quegli stereotipi sessisti che dividono le donne in normali e pervertite, in vergini e put**ne’, ha detto infatti in un’intervista esclusiva per il settimanale Oggi, ‘Non avevo realizzato che il dipingermi come ‘Foxy Knoxy’ (il nomignolo che le fu affibbiato dalla stampa, ndr) fosse un argomento fortissimo, perché rappresentava le paure e le fantasie della gente’.

Amanda Knox, che recentemente ha intrapreso un tour (a pagamento) nei college americani per parlare dell’omicidio Kercher, si è poi rivolta direttamente al pubblico ministero Giuliano Mignini, rimasto fermamente convinto dell’impianto accusatorio nei confronti della Knox e di Sollecito anche dopo l’assoluzione dei due, utilizzando termini molto duri: ‘Io provo rabbia nei confronti del pm Mignini e di molti giornalisti, ma tengo sempre a mente che sono persone, e in quanto tali sono imperfette e possono fare degli errori. A Mignini direi che ha sbagliato su di me, ora non può farci più nulla ma potrà ricordarsene quando sarà chiamato a giudicare altre persone: sei fallibile, puoi sbagliare. Hai pensato di aver visto il peggio di me, ma è vero il contrario, sono io che ho visto il peggio di te’.

Infine, Amanda Knox ha parlato del suo fidanzato, il 36enne scrittore Chris Robinson, e del rapporto di entrambi con l’Italia. Ottimo, nonostante tutto: ‘Chris adesso sta studiando l’italiano perché vogliamo parlare in italiano ai figli che verranno, condividere con loro tutto ciò che amiamo della lingua e della cultura italiana. Molta gente pensa che io odi l’Italia per tutto quello che ci ho passato, ma non è così’.