Maurizio Costanzo boccia il Grande Fratello: ‘La finestra sulla discarica’

Maurizio Costanzo si scaglia contro il Grande Fratello. Il giornalista definisce il reality show una 'discarica' e boccia un prodotto di punta di Mediaset. Il conduttore ha invitato il pubblico a sintonizzarsi su Rai 1 per guardare 'Aldo Moro, il professore'

Pubblicato da Chiara Podano Lunedì 7 maggio 2018

Maurizio Costanzo prende una posizione netta nei confronti del Grande Fratello e boccia il reality show condotto da Barbara D’Urso su Canale 5. Il giornalista e storico volto di Mediaset ha parlato dei cambiamenti della tv e senza peli sulla lingua ha espresso la sua opinione del tutto negativa nei confronti del programma di Canale 5.

In un articolo di Libero Quotidiano, firmato Maurizio Costanzo, il noto presentatore e giornalista si è scagliato contro il reality show condotto da Barbara D’Urso su Canale 5 con parole durissime.

Maurizio Costanzo contro Il Grande Fratello

‘Il grande regista Alfred Hitchcock nel 1954, firmò un film dal titolo La finestra sul cortile. Fu un grande successo. Come lo è adesso il Grande Fratello, che si potrebbe chiamare La finestra sulla discarica. Non aggiungo altro e chi ha visto o ha letto del programma, sa di cosa parlo’, ha scritto Maurizio Costanzo su Libero.

Il papà dei reality, che nella seconda puntata andata in onda lo scorso 30 aprile ha ricevuto ampi favori da parte del pubblico conquistando 5 milioni di telespettatori, non piace a Maurizio Costanzo.

Leggi anche: Grande Fratello 15, l’horror vacui dell’edizione ‘nip’ più inutile della storia

Nel suo sfogo, probabilmente il giornalista si riferisce agli episodi messi in scena dagli inquilini della casa più spiata d’Italia che, hanno ricevuto diversi moniti per ripetute situazioni di violenza verbale definite dalla stessa D’Urso ‘orrende e inaccettabili’.

Maurizio Costanzo loda i prodotti Rai

Se da un lato il giornalista boccia uno dei prodotti di punta della rete che lo ospita, dall’altro esprime non pochi apprezzamenti per alcuni conduttori di Rai 1, come Fabio Fazio e Carlo Conti e alcuni contenuti del servizio pubblico.

Il conduttore del noto talk Mediaset, il ‘Maurizio Costanzo Show’ ha poi invitato il pubblico a sintonizzarsi sulle reti Rai per guardare ‘Aldo Moro, il professore’ la docufiction con Sergio Castellitto in onda l’8 maggio e ‘M di Michele Santoro’ la cui messa in onda è prevista per il 10 del mese.

Maurizio Costanzo ha anche lodato un altro prodotto di Rai 3 ovvero il Concertone del Primo Maggio scrivendo che ‘vale la pena seguirlo’. Il giornalista ha speso anche parole piene di stima e di ammirazione nei confronti di uno dei volti di punta del servizio pubblico: Carlo Conti. ‘È bravo, i suoi programmi hanno successo, perché non affidargli una scuola di autori per la televisione?’, ha scritto Maurizio Costanzo del conduttore de ‘L’Eredità’

Nell’articolo dunque, con estrema obiettività, il giornalista boccia un prodotto di casa Mediaset e tesse le lodi di volti e contenuti delle reti Rai. Cosa penserà Barbara D’Urso?