Kevin Prince Boateng: ‘Non sono un papà perfetto, ho sbagliato tante volte in vita mia’

Oggi è papà di due bambini, ma un tempo è stato un 'bad boy'. Così, Kevin Prince Boateng si descrive in una recente intervista e ammette di temere ciò che i suoi figli potranno scoprire su di lui quando avranno la capacità di navigare su internet. Il marito di Melissa Satta, tuttavia, sa di essere stato fautore anche di battaglie importanti come quella contro il razzismo.

da , il

    Kevin Prince Boateng: ‘Non sono un papà perfetto, ho sbagliato tante volte in vita mia’

    Marito premuroso di Melissa Satta, padre di Jermaine e Maddox e centrocampista dell’Eintracht Francoforte, Kevin Prince Boateng ha ammesso di non essere sempre stato un papà ed una persona da prendere come esempio. ‘Un tempo ero un bad boy’ – ha confessato, timoroso di quanto i suoi due bambini un giorno potranno scoprire navigando su internet.

    Già, perché tutte le ‘bravate’ di Kevin Prince Boateng sono documentate, non solo attraverso notizie, ma anche con immagini e video che raccontano un passato poco felice. E’ stato un 18enne che comprava una Lamborghini per una settimana e che pensava di poter conquistare il mondo solo con i soldi, uno sportivo che amava il divertimento, le serate in discoteca, l’alcool e le donne e che nel periodo di permanenza allo Shalke è stato beccato mentre fumava e beveva negli spogliatoi. Ora, però, Kevin Prince Boateng è un uomo diverso che sa che un giorno i suoi figli verranno a sapere di questi precedenti infelici.

    Leggi anche: Melissa Satta: la foto di Maddox e Boateng sul jet privato criticata dai fan

    Kevin Prince Boateng: ‘Per me oggi l’immagine è molto importante’

    In un’intervista rilasciata all’emittente tedesca Sport 1, Kevin Prince Boateng ha raccontato i timori di genitore: ‘Su internet i miei figli possono vedere che un tempo ero un bad boy, che ho sbagliato tante cose e che il loro padre non è perfetto’.

    Consapevole di quanto la rete possa essere utile e, allo stesso tempo, dannosa, il calciatore ghanese ha ammesso di non essere sempre stato un esempio, ma di aver fatto anche cose utili come la battaglia contro il razzismo.

    ‘Ma su internet c’è scritto anche che sono una persona per bene e che ho fatto molte cose buone, delle quali si può essere fieri’ – ha continuato il marito di Melissa Satta, la ex Velina di Striscia la notizia che ha incontrato durante il suo periodo di permanenza nel Milan.

    I due, poi, sono convolati a nozze e sono diventati genitori di Maddox, secondogenito di Boateng che ha già avuto un figlio, Jermaine, da un precedente matrimonio.

    Leggi anche: Melissa Satta e Kevin Prince Boateng sposi a Porto Cervo: la coppia ha detto Sì

    Ad oggi, però, lo sportivo può essere considerato un padre esemplare, consapevole di quanto sia importante l’immagine pubblica: ‘Per me oggi l’immagine è molto importante perché sono padre e so che i miei figli possono andare su internet e vedere tutto quello che ho fatto’.

    E, in merito a quei periodi bui che hanno segnato la sua vita, ha detto: ‘Quando tutto va bene è tutto meraviglioso, ma se le cose vanno male…Sono fiero di essere uscito da un momento così difficile e di aver trasformato tristezza e aggressività in qualcosa di positivo’.