Amal Clooney: ‘George mi ha corteggiata via mail. La prima parola dei figli? Mamma’

Amal Alamuddin in Clooney ha raccontato alcuni retroscena della sua vita privata: dal modo in cui ha conosciuto ed è stata colpita da George fino alle difficoltà avute dalla madre quando era incinta, senza dimenticare i figli Ella e Alexander che hanno riempito la casa di gioia e allegria.

da , il

    Amal Clooney: ‘George mi ha corteggiata via mail. La prima parola dei figli? Mamma’

    Amal Alamuddin non è solo la moglie di George Clooney, ma anche un’affermata avvocatessa apprezzatissima – prima di tutto – dal marito che la considera la vera ‘professionista’ di casa. Dall’amore tra i due, poi, sono nati i due gemelli Ella e Alexander che dallo scorso giugno hanno riempito di voci e allegria la famiglia, rendendo i due neo genitori felicissimi.

    Ma com’è nato l’amore tra Amal Alamuddin e George Clooney? A rivelarlo sono stati i diretti interessati in un’intervista a Vogue che ha tentato di tracciare un ritratto della moglie dell’attore ricorrendo ad alcuni aneddoti finora sconosciuti. Ebbene, la storia tra Amal e George ha preso il via proprio telematicamente, con dei tentativi di approccio – a volte imbarazzanti – da parte di Clooney che, come confessato al giornalista Nathan Heller, prima di conoscerla non aveva mai pensato al matrimonio.

    Leggi anche: George Clooney e Amal Alamuddin sposi: la prima uscita pubblica dopo le nozze

    Amal Alamuddin, l’ammirazione di George Clooney per la moglie

    ‘La sua vita era così incredibilmente eccitante: i clienti che prendeva in carico e il lavoro sovrumano che faceva. Sono stato catturato fin dall’attimo in cui l’ho vista’ – ha confessato l’attore a Vogue, esprimendo tutta la sua ammirazione per la moglie e il lavoro che fa ogni giorno.

    ‘È lei la professionista, io sono il dilettante’ – ha continuato Clooney – ‘Ho l’opportunità di vedere qualcuno fare il suo lavoro al massimo delle sue possibilità ogni giorno e meglio di chiunque abbia mai visto’.

    Ma non sono solo le doti lavorative di Amal ad aver fatto innamorare perdutamente George.

    Il momento in cui lui ha deciso che sarebbe diventata la donna della sua vita è stato durante un safari in Africa quando, fotografandola con delle giraffe, ha capito che la Alamuddin era proprio la sua ‘lei’.

    Leggi anche: George Clooney: per la fidanzata Amal Alamuddin un anello da 500.000 dollari

    Amal Alamuddin e i figli: la gioia di essere chiamata ‘mamma’

    Così, dal matrimonio tra i due, sono nati i gemelli Ella e Alexander che hanno portato una ventata di allegria alla famiglia.

    ‘George è stato molto attento e si è assicurato che ‘mamma’ fosse la prima parola’ – ha raccontato la moglie di Clooney, sottolineando ancora una volta come il marito le dedichi continue attenzioni mettendola al centro del suo mondo.

    Leggi anche: George Clooney parla dei gemelli: ‘Alexander è un teppista, Ella somiglia ad Amal’

    Amal Alamuddin sul movimento #MeToo: ‘Donne coraggiose’

    Nell’intervista di Vogue all’avvocatessa, inoltre, non sono mancate le confessioni su un episodio della sua vita privata relativo le difficoltà incontrate dalla madre, Baria, quando era incinta di Amal, e le considerazioni sul movimento #MeToo.

    In entrambi i casi, la Alamuddin parla di donne coraggiose: la madre, in primis, che ha scelto di portare avanti la gravidanza nonostante le avessero diagnosticato un problema alla placenta per il quale consigliavano l’aborto; e le donne che hanno denunciato le violenze subite nel mondo del cinema.

    ‘Penso che grazie a queste donne coraggiose che hanno avuto il coraggio di condividere le loro storie, in futuro il luogo di lavoro sarà più sicuro per mia figlia rispetto a come lo è stato per la mia generazione’ – ha dichiarato la moglie di Clooney – ‘Siamo in una situazione in cui il predatore si sente meno sicuro e una donna in carriera più sicura ed è proprio questo il punto al quale dobbiamo aspirare’.