Asia Argento vs. Luca Barbareschi: ‘Sei dalla parte dei predatori’, ‘Ci vediamo in tribunale’

Botta e risposta su Twitter, e non solo, tra Asia Argento e Luca Barbareschi: 'Sei dalla parte dei predatori', dice lei, 'Ci vediamo in tribunale', risponde lui. Ad aizzare gli animi è stata un'intervista dell'attore e produttore che ha definito 'comiche' le accuse a Fausto Brizzi e un 'branco di mentecatti' il movimento #MeToo.

da , il

    Asia Argento vs. Luca Barbareschi: ‘Sei dalla parte dei predatori’, ‘Ci vediamo in tribunale’

    Probabilmente non ci libereremo mai degli strascichi del caso Weinstein: stavolta a suonarsele di santa ragione sono stati Asia Argento e Luca Barbareschi, accusandosi reciprocamente di varie nefandezze con la promessa di risolvere la questione in tribunale. Tutto è nato dopo un’intervista di qualche giorno fa dell’attore e produttore in cui aveva definito ‘comiche’ le accuse a Fausto Brizzi (che ha appena messo sotto contratto) e un ‘branco di mentecatti’ il movimento #MeToo. Ovviamente la risposta di Asia Argento, una delle massime sostenitrici del movimento, non si è fatta attendere…

    ‘Chissà quante donne potrebbero raccontare storie su Barbareschi’, ha scritto infatti Asia Argento su Twitter, ‘In Italia si continua a stare dalla parte dei predatori, mentre le vittime sono confinate al dimenticatoio e annichilite’. E sull’ingaggio di Fausto Brizzi da parte della società di produzione di Luca Barbareschi, ha commentato sprezzante: ‘Chi si somiglia si piglia’.

    Parole molto dure a cui Barbareschi in persona ha risposto a stretto giro di posta: ‘Cara Asia ricordarti che fino a sei mesi fa lavoravi all’Eliseo (il teatro romano di cui è direttore artistico, ndr) con noi tutti, poi hai abbandonato la compagnia e devi risponderne in tribunale! La protagonista era una grande donna: Rosalind Franklin! Peccato per te, per le calunnie ne parliamo in tribunale’.

    Barbareschi fa riferimento al ruolo impersonato da Asia Argento nella rappresentazione teatrale ‘Il segreto della vita’ di Anna Ziegler, diretta e interpretata da Filippo Dini, messa in scena circa un anno fa. All’epoca l’attrice, che fino a quel momento non aveva mai recitato in teatro, si era detta entusiasta dello spettacolo definendo quello di Rosalind Franklin ‘il personaggio più interessante della mia carriera’. Poi però a novembre, nel bel mezzo dello scandalo Weinstein, aveva lasciato la tournée venendo definitivamente sostituita da Lucia Mascino.

    ‘Ok Luca, ci vediamo in tribunale’, ha risposto Asia Argento a Luca Barbareschi citando la questione del teatro, ‘Tanto sai che contrattualmente ho ragione io. Parli di Rosalind Franklin ma non ti sei comportato diversamente dai suoi colleghi. Pagandomi 5 mesi dopo l’ultima replica ad esempio’.

    Finita qui? Neanche per sogno. Stavolta Luca Barbareschi ha messo da parte i social affidando la sua versione dei fatti in una lettera aperta inviata al sito Dagospia: ‘La differenza tra me e Weinstein e che con lui Asia ci è andata a letto e non ha ottenuto nulla’, ha scritto Barbareschi affondando il colpo, ‘Con me non ci è mai andata, anche perché non mi interessava, e le ho offerto il ruolo della sua vita nel più bel teatro italiano, l’Eliseo. Ricordo come piangeva ringraziando me ed il regista Filippo Dini con cui ho dovuto faticare non poco per farla prendere (questo passaggio è vero: c’è un’intervista di Asia Argento in cui confessa di aver pianto dalla gioia dopo aver ottenuto la parte, ndr). Se avesse avuto davvero rispetto per i suoi colleghi sarebbe in tournée ancora oggi, ed invece di blaterare caz**te potrebbe raccontare la storia di una grande donna: Rosalind Franklin’.

    ‘Fortunatamente il suo ruolo ora lo fa Lucia Mascino con grandissimo successo e portando alta la bandiera delle donne vere umiliate’, ha poi concluso Luca Barbareschi, ‘Il movimento MeToo ha fatto dei danni terribili alla vera lotta per le donne: molte di queste attrici trasudano malafede e hanno usato ogni mezzo al di sopra del basso talento per ottenere visibilità’.

    Chi ha ragione? È una bella lotta…