L’Eredità, Carlo Conti ricorda Fabrizio Frizzi: ‘Grazie a questo studio che lo ha coccolato’

Carlo Conti è il nuovo conduttore de L'Eredità dopo la morte di Fabrizio Frizzi. La prima puntata del quiz show è andata in onda lunedì 3 aprile 2018 e il presentatore non ha potuto fare a meno di ricordare l'amico scomparso con parole commosse e piene di affetto. Mostrando le chiavi degli studi televisivi Rai, Conti ha ricordato tutte le volte che con il collega se le sono scambiate e ha ringraziato coloro che, pur dietro le quinte, lo hanno coccolato fino alla fine dei suoi giorni.

da , il

    L’Eredità, Carlo Conti ricorda Fabrizio Frizzi: ‘Grazie a questo studio che lo ha coccolato’

    L’Eredità è tornata in onda dopo la morte di Fabrizio Frizzi e la Rai ha affidato a Carlo Conti la conduzione del quiz show. Il presentatore, quindi, è stato costretto a rispettare le volontà dei vertici di Viale Mazzini e, pur con infinita tristezza nel cuore, ha preso le redini del programma senza dimenticare di salutare – per l’ultima volta – l’amico e collega scomparso solo una settimana fa.

    Così, lunedì 3 aprile 2018, L’Eredità è tornata a fare compagnia ai telespettatori con Carlo Conti, ma negli studi televisivi si respirava un’aria mesta e sofferta. Il ricordo di Fabrizio Frizzi da parte del conduttore è stato inevitabile e il pensiero del nuovo presentatore del quiz show di Rai 1 è volato immediatamente all’amico che non c’è più e che, quello studio che accoglie il programma, ha coccolato fino all’ultimo momento. Frizzi, infatti, ha registrato gli appuntamenti de L’Eredità fino a qualche giorno prima della sua morte dimostrando, ancora una volta, di essere un grande professionista, oltre che un uomo di grande sensibilità e bontà d’animo.

    Leggi anche: Carlo Conti torna a L’Eredità dopo la morte di Fabrizio Frizzi?

    Carlo Conti a L’Eredità: ‘Tante volte con Fabrizio Frizzi ci siamo scambiati le chiavi’

    Cupo in viso ed evidentemente in difficoltà, Carlo Conti ha aperto la puntata de L’Eredità mostrando quelle chiavi che, tante volte, lui e Fabrizio Frizzi si erano scambiati.

    ‘Era un gioco: io il pilota, lui il co-pilota…il professore di ruolo e il supplente’ – ha ricordato il conduttore di Rai 1, facendo riferimento a tutte quelle volte che i due amici si sono alternati al timone del quiz show.

    ‘Ritornano a me in maniera forzata’ – ha proseguito Conti mostrando, ancora una volta, le chiavi degli studi de L’Eredità e ammettendo di voler essere in ‘qualunque parte del mondo, tranne che in questo studio’.

    ‘Le parole servono a poco’ – ha concluso l’amico e collega di Fabrizio Frizzi, rivolgendo l’ultimo ringraziamento allo studio e a tutte le maestranze che hanno coccolato il presentatore appena scomparso fino alla fine dei suoi giorni.

    ‘Grazie a tutti voi in questo studio che avete supportato Fabrizio, quindi grazie soprattutto a voi!’ – con queste parole Carlo Conti si è lasciato andare all’ultimo applauso nei confronti del conduttore deceduto e ha dato il via alla nuova puntata de L’Eredità.

    Leggi anche: Fabrizio Frizzi, il ricordo dei figuranti: ‘La gentilezza delle persone speciali’