Emilio Fede adesso: irriconoscibile per i troppi ‘ritocchini’

L'anziano giornalista Emilio Fede adesso è irriconoscibile per i troppi 'ritocchini', e così la sua comparsa nella puntata di Pasqua di Non è l'Arena ha scatenato l'ironia dei social: 'La trasformazione di Fede in Lilli Gruber è ormai compiuta'.

Pubblicato da Raffaele Dambra Martedì 3 aprile 2018

Emilio Fede adesso: irriconoscibile per i troppi ‘ritocchini’
Impressionante fermo immagine di Emilio Fede nel 2018, ospite del talk show Non è l’Arena di Massimo Giletti. / Twitter

Ha fatto un strano effetto vedere com’è cambiato Emilio Fede adesso: dopo alcuni mesi di lontananza dalla TV, l’ex mitico direttore del Tg4 è ricomparso nella puntata pasquale di Non è l’Arena per ripercorrere la sua lunghissima carriera giornalistica e raccontare alcuni aneddoti, come quello sull’attuale portavoce del M5S Rocco Casalino. Ma più che sulle sue parole i telespettatori di La7 si sono soffermati soprattutto sul suo aspetto: probabilmente a causa di qualche ritocchino estetico di troppo, Fede è apparso infatti quasi irriconoscibile rispetto a come ce lo ricordavamo, tanto che sui social qualcuno ha ironizzato che la trasformazione dell’anziano giornalista in Lilli Gruber è ormai compiuta!

Il fermo immagine di Emilio Fede a Non è l’Arena fa in effetti impressione: viso gonfio e incredibilmente liscio per un quasi 87enne, ma soprattutto zigomi così tirati da sembrare quelli di un orientale. Se il prezzo da pagare per non mostrare gli effetti dell’età è questo, preferiamo di gran lunga un volto devastato dalle rughe, che per lo meno sono naturali…

Certo, Emilio Fede adesso fa quasi paura a vederlo. Per fortuna però la sua mente è ancora piuttosto lucida e i suoi racconti sempre interessanti: e così, oltre all’immancabile riferimento al suo amato ‘cavaliere’ Silvio Berlusconi (e al suo coinvolgimento nello scandalo Rubygate), Fede ha svelato al conduttore Massimo Giletti alcuni curiosi retroscena, a cominciare da quando suggerì all’ex gieffino Rocco Casalino, che si era rivolto a lui per un lavoro, di proporsi per curare le relazioni esterne del nuovo movimento pentastellato.

Emilio Fede ha parlato anche degli ormai celebri fuori onda del Tg4, diventati un cult grazie a Striscia la Notizia, in cui si arrabbiava con i redattori del suo telegiornale prendendoli spesso e volentieri a male parole: arrabbiature a parte, l’ex direttore ha però confessato di non aver mai licenziato nessun giornalista.