Fabrizio Frizzi, il ricordo dei figuranti: ‘La gentilezza delle persone speciali’

Tra la folla che ha reso omaggio a Fabrizio Frizzi nel giorno dei suoi funerali o alla camera ardente c'erano anche tantissimi figuranti che lo hanno conosciuto prendendo parte alle registrazioni de L'Eredità. Alcuni di loro hanno raccontato gli ultimi giorni del compianto conduttore che, nonostante fosse affaticato e stanco, non ha mai smesso di dare loro la carica.

da , il

    Fabrizio Frizzi, il ricordo dei figuranti: ‘La gentilezza delle persone speciali’

    A salutare per l’ultima volta Fabrizio Frizzi nel giorno dei suoi funerali c’erano anche i figuranti, persone che lo hanno conosciuto negli studi televisivi Rai e che ne conserveranno per sempre uno splendido ricordo. Frizzi non era solo un conduttore televisivo, un uomo di spettacolo, ma anche una persona comune, in grado di dispensare gentilezza ed emanare solarità a chiunque lo incontrasse.

    Così, molti dei figuranti de L’Eredità che hanno avuto modo di conoscere Fabrizio Frizzi durante le registrazioni del quiz show di Rai 1, sono accorsi presso Piazza del Popolo o hanno fatto la fila alla camera ardente per rendere omaggio ad una delle persone più gentili del mondo dello spettacolo. Come documentato da La Repubblica, infatti, tantissime comparse hanno fatto visita al feretro del conduttore e hanno raccontato al quotidiano i suoi ultimi giorni tra lavoro e famiglia, con la moglie Carlotta sempre al suo fianco.

    Leggi anche: Stefania Orlando piange Fabrizio Frizzi: ‘Mi sento in colpa per non averlo chiamato’

    I figuranti dell’ultima puntata de L’Eredità ricordano Fabrizio Frizzi

    Solo lo scorso giovedì 22 marzo 2018 alcuni figuranti hanno partecipato alle registrazioni delle nuove puntate de L’Eredità, inconsapevoli che sarebbero state le ultime con Fabrizio Frizzi al timone del quiz.

    Laura e Alessandro, presenti nel pubblico in quella giornata, hanno partecipato ai funerali del conduttore e raccontato le sue ultime ore di vita prima dell’emorragia cerebrale che lo ha strappato alle braccia della famiglia e della figlia Stella.

    ‘Era stanco, pallido, negli ultimi tempi registrava più di una trasmissione insieme, così poteva rimanere più tempo a casa’ – ha raccontato la signora Laura, ricordando come la moglie Carlotta lo abbia sempre accompagnato negli studi televisivi.

    ‘La moglie, uno scricciolo, era sempre con lui. Lo sosteneva non solo psicologicamente, ma gli prendeva il braccio’ – ha continuato a ricordare una delle figuranti de L’Eredità – ‘E lui si appoggiava. Sempre insieme: al bar, dietro le quinte..’.

    Anche Alessandro, presente alle ultime registrazioni de L’Eredità, ha sottolineato la grande umanità del conduttore: ‘A Fabrizio volevano tutti bene. Vedendolo sofferente la produzione lo incoraggiava di continuo. E, nonostante le difficoltà, non perdeva mai l’occasione per darci la carica’.

    ‘Sapevamo che stava male, che non poteva essere solo un’ischemia, ma non mi aspettavo sarebbe finita così’ – ha continuato a raccontare il signor Alessandro, particolarmente commosso da quanto avvenuto.

    ‘Porterò sempre il ricordo dell’ultima puntata dello scorso anno negli studi di Cinecittà’ – ha concluso – ‘Eravamo 156 figuranti e lui ci ha voluto salutare con un bacio uno ad uno. La gentilezza delle persone speciali’.

    Alle dichiarazioni di Laura e Alessandro si aggiungono quelle di altre due figuranti, Daniela e Barbara, che, accorse durante la pausa pranzo per salutare Frizzi, hanno detto: ‘È come se fosse morta una persona con cui hai condiviso parte della vita. È entrato nelle nostre case allegro, cortese, in punta di piedi’.

    Leggi anche: Carlo Conti torna a L’Eredità dopo la morte di Fabrizio Frizzi?

    Funerali di Fabrizio Frizzi