Morto Fabrizio Frizzi a 60 anni: ci ha lasciato l’eterno ragazzo della TV

Notizia choc quella che ha risvegliato gli italiani lunedì 26 marzo 2018: Fabrizio Frizzi è morto a soli 60 anni. Qualche mese fa il malore, poi la dura battaglia contro la malattia ma l'eterno, sorridente e garbato ragazzo della televisione italiana non ce l'ha fatta. L'annuncio è stato dato dai familiari, subito dopo il messaggio di cordoglio dell'Azienda Rai.

Pubblicato da Giorgia Piombo Lunedì 26 marzo 2018

Morto Fabrizio Frizzi a 60 anni: ci ha lasciato l’eterno ragazzo della TV

Tragica la notizia della mattina di lunedì 26 marzo 2018: è morto Fabrizio Frizzi a soli 60 anni, l’eterno ragazzo della televisione italiana. L’addio giunge qualche mese dopo il malore che lo ha colpito ad ottobre nel corso di una registrazione de L’Eredità, ed ora la dolorosa scomparsa. Il conduttore Rai così amato e ben voluto da tutti è deceduto all’Ospedale Sant’Andrea di Roma a causa di un’emorragia cerebrare: sono stati i familiari a darne il triste e tragico annuncio.

‘Se guarirò, racconterò tutto nei dettagli’ aveva affermato Fabrizio Frizzi nelle scorse settimane, ma l’eterno ragazzo della tv italiana non ce l’ha fatta. Fabrizio Frizzi è infatti morto nella notte di lunedì 26 marzo 2018 assistito dalla moglie Carlotta, dal fratello Fabio e dai familiari, autori della nota del decesso: ‘Grazie Fabrizio per tutto l’amore che ci hai donato’. Tantissimo l’affetto del pubblico sul web.

Leggi anche: Fabrizio Frizzi: le sue condizioni sono buone ma ‘la battaglia non è finita’

Morto Fabrizio Frizzi per un’emorragia cerebrale

La morte di Fabrizio Frizzi ha lasciato un vuoto incolmabile nella televisione italiana, essendo sorriso amico, uno di quei volti con cui difficilmente ti puoi arrabbiare, un ‘fratellone’, come lo ha sempre definito Carlo Conti.
Il conduttore ha combattuto fino all’ultimo contro la malattia, ma non ce l’ha fatta: ‘Sto combattendo, non è ancora finita. Ogni tanto, com’è normale, qualche momento di sconforto può esserci’, raccontava Fabrizio Frizzi, consapevole dell’instabile situazione di salute.
Frizzi ha combattuto per la vita promettendo che un giorno, se mai fosse guarito, avrebbe raccontato tutto nel dettaglio al fine di aiutare la ricerca che da mesi lo ha sostenuto: ‘Se guarirò, racconterò tutto nei dettagli, perché diventerò testimone della ricerca. Ora è la ricerca che mi sta aiutando’.
Poi la tragica scomparsa per un’improvvisa emorragia cerebrare, accerchiato dall’affetto dei familiari tra cui la figlia Stella, di soli 4 anni e mezzo: ‘Una missione per cui vivere, mi dà l’energia per continuare a combattere’.

Leggi anche: Fabrizio Frizzi: ‘Dopo l’ischemia mi sono ripreso abbastanza, ma devo combattere ancora’

Fabrizio Frizzi, l’addio della Rai e l’affetto del web

La tragica notizia ha sconvolto l’intera Azienda Rai, riunita in questo tragico giorno: ‘Un dolore immenso. Con Fabrizio Frizzi scompare un uomo straordinario: un pezzo di noi, della nostra storia, del nostro quotidiano’ si legge sul comunicato stampa rilasciato dall’azienda.
Migliaia i messaggi di cordoglio giunti in mattinata alla famiglia e all’Azienda Rai nel ricordo del conduttore garbato, così amato e ben voluto da tutti, così sorridente e combattivo, così posato e cordiale.
Qualcuno lo definisce ‘l’artigiano della TV’, qualcun altro ricorda il ‘professionista prezioso per il suo stile e la sua correttezza’. Il collega Max Giusti scrive, invece, ‘sono morto un po’ anche io’.