Clementino e la cocaina: ‘Sono stato schiavo di quella me**a’

Svelato dallo stesso rapper il lugubre rapporto tra Clementino e la cocaina: 'Sono stato sopraffatto della polverina bianca, ma dopo aver toccato il fondo ora sono pulito'. L'artista ha rivelato che racconterà questa drammatica esperienza nel suo prossimo album.

Pubblicato da Raffaele Dambra Lunedì 19 marzo 2018

Clementino e la cocaina: ‘Sono stato schiavo di quella me**a’
Il rapper Clementino sul palco del Festival di Sanremo 2017. / Ansa

Pochi immaginavano l’ambiguo rapporto tra Clementino e la cocaina, ma è stato lo stesso rapper a raccontare la sua dipendenza, per fortuna debellata, dalla polverina bianca per lanciare un messaggio ai giovani: ‘non fate come me, evitate di finire nel tranello’. Clementino ha ammesso di aver dovuto lottare a lungo per disintossicarsi e che la sua ‘redenzione’ è passata anche attraverso alcuni episodi che hanno messo a rischio la sua carriera.

La drammatica confessione di Clementino sulla cocaina è avvenuta durante il secondo giorno di Storie Digitali, la rassegna, organizzata da CultCity, in scena alla Fabbrica del Vapore di Milano e dedicata alle storie di successo del mondo del web. Con Clementino sul palco c’era il suo collega rapper Ensi ed è stato proprio quest’ultimo a spingerlo ad aprirsi con il pubblico.

‘Sono uscito dalla comunità di recupero da appena 15 giorni’, ha svelato Clementino, ‘Non ero mai finito così in basso ed è la prima volta che lo racconto in pubblico, ma se non lo dico qui con voi ragazzi, dove altro posso farlo?’.

Clementino ha poi proseguito, con molto coraggio: ‘C’è stato un momento in cui sono stato sopraffatto da quella me**a che è la cocaina. Sapete benissimo come funziona: sei un artista famoso, prima te la offrono, poi te la compri e a un certo punto non sei più tu. Io ero la Iena White ma non ero più Clemente’.

Il rapper campano, visibilmente commosso ed emozionato, ha raccontato che per colpa della cocaina ha avuto persino problemi a rispettare impegni lavorativi: ‘Una volta non sono arrivato in tempo alla presentazione del mio disco perché stavo strafatto in casa da tre giorni. Un’altra volta mi trovavo allo stesso evento con il grande Jay-Z ma non sono neanche riuscito a scattarmi una foto con lui’.

Fortunatamente questi episodi appartengono tutti al passato perché Clementino adesso assicura di essersi ripulito dalla droga: ‘Quando hai un genitore che ti piange in faccia capisci che devi smettere e a me la scintilla è scattata così. Mi sono ritrovato a pulire i bagni in una comunità di recupero, con gli altri ragazzi che mi dicevano: ‘sei un grande, sei passato da fare Sanremo a pulire i cessi in un attimo’. Ora voglio scrivere un album per mettere in musica questa brutta storia’.

Che dire, è proprio vero che per risalire bisogna prima toccare il fondo…