Ballando con le stelle 13, Ivan Zazzaroni omofobo? Giovanni Ciacci e Raimondo Todaro ‘fuori contesto’

E' polemica a Ballando con le stelle 13 per l'atteggiamento di Ivan Zazzaroni nei confronti della coppia composta da Giovanni Ciacci e Raimondo Todaro. Il giudice dello show di Rai 1 condotto da Milly Carlucci ha preferito non esprimere un giudizio sulla loro performance ritenendoli 'fuori contesto'. Sul web si sono scatenate le polemiche e il mondo gay lo ha accusato di omofobia, chiedendo l'immediato intervento della vigilanza Rai sulla questione.

da , il

    Ballando con le stelle 13, Ivan Zazzaroni omofobo? Giovanni Ciacci e Raimondo Todaro ‘fuori contesto’

    E’ polemica a Ballando con le stelle 13 a causa del giudice Ivan Zazzaroni, accusato di omofobia per aver definito ‘fuori contesto’ la coppia composta da Giovanni Ciacci e Raimondo Todaro. Il look maker di Detto Fatto, concorrente di questa edizione dello show di Rai 1, ha scelto di partecipare alla gara insieme al ballerino, ma la decisione non è stata condivisa all’unanimità dai giurati del programma.

    Fin dalla prima esibizione di Giovanni Ciacci e Raimondo Todaro, infatti, Ivan Zazzaroni ha mostrato una certa contrarietà nei loro confronti ritenendo che l’espressione del ballo e, quindi, di Ballando con le stelle 13, fosse rappresentata dall’unione tra uomo e donna e non da una coppia di due uomini. Una considerazione che ha scatenato una vera e propria polemica sul web, amplificatasi dopo la scelta di Zazzaroni di non esprimere un giudizio sulla performance di Ciacci e Todaro durante la seconda puntata dello show condotto da Milly Carlucci.

    Leggi anche: Ballando con le stelle 2018, Giovanni Ciacci: ‘Ho due fidanzati, ma non è un triangolo: è amore’

    Ivan Zazzaroni: ‘Sembra che Ciacci e Todaro appartengano ad un altro programma’

    Seppur animato dalle migliori intenzioni, Ivan Zazzaroni ha spiegato a Milly Carlucci di non essere in grado di votare per il ballo proposto da Giovanni Ciacci e Raimondo Todaro.

    Tra i mormorii contrariati del pubblico, quindi, il giudice ha provato a motivare la sua decisione sostenendo che si tratta prettamente di ‘un discorso estetico’ che non gli permette di valutare i due concorrenti come coppia di ballerini.

    ‘Non mi sembra la stessa gara’ – ha proseguito Zazzaroni, sottolineando di non essere contrario alle coppie gay – ‘Ne ho fatto un discorso di estetica di ballo uomo-donna, secondo me Giovanni si è penalizzato con questa scelta’.

    In conclusione, quindi, il giornalista sportivo ‘prestato’ a Ballando con le stelle 13, ha preferito astenersi dal giudizio, ma il web si è ribellato e ha chiesto l’intervento dei vertici Rai sulla questione.

    Leggi anche: Ballando con le Stelle 2018, cast: concorrenti e giuria

    Il mondo gay contro Ivan Zazzaroni

    Tra i tanti internauti che si sono scagliati contro Ivan Zazzaroni accusandolo di omofobia, c’è anche il senatore Pd, Tommaso Cerno, che in un tweet ha chiesto l’intervento della vigilanza Rai per l’atteggiamento del giudice di Ballando con le stelle 13.

    In linea con il pensiero del politico, anche il portavoce di Gay Center, Fabrizio Marrazzo, che ha ritenuto l’atteggiamento del giornalista sportivo ‘chiaramente omofobo’ e ‘lasciarlo passare autorizzerebbe chiunque a fare omofobia di bassa lega in televisione’.

    Dal canto suo, Ivan Zazzaroni ci ha tenuto a difendersi ancora una volta tramite i social e, in uno degli ultimi tweet, ha scritto: ‘[…]Ciacci e Todaro non han ballato in coppia ma staccati, per cui ho ritenuto giusto astenermi. Quando saranno coppia li giudicherò […]’.