Sanremo Young, il vincitore è Elena Manuele

E' stata Elena Manuele a vincere la prima edizione di Sanremo Young, capitanata da Antonella Clerici. Il nuovo teen show di Rai 1 si è così concluso venerdì 16 marzo 2018 con una puntata strabiliante: due super ospiti hanno, infatti, calcato il rinomato palco dell'Ariston. Ted Neeley ha portato due frammenti del suo Jesus Christ Superstar mentre gli Europe hanno infuocato platea e galleria con 'The Final Countdown'.

da , il

    Sanremo Young, il vincitore è Elena Manuele

    La prima edizione di Sanremo Young ha un vincitore: è Elena Manuele ad aver trionfato sull’ambito palco dell’Ariston nella serata conclusiva di venerdì 16 marzo 2018. La quindicenne siciliana, solita esibirsi col pianoforte nel teen show di Antonella Clerici, è giunta al duello finale con Raffaele Renda: subito dopo, un’incredibile esibizione degli Europe sulle note di ‘The Final Countdown’, in perfetta sintonia col momento.

    La preferenza del pubblico in studio si è rivelata palese sin dall’inizio del programma: acclamava Elena Manuele, vincitrice di Sanremo Young 2018. Gino Paoli, Giusy Ferreri, The Kolors e Michele Bravi hanno accompagnato i quattro finalisti nel corso della puntata conclusiva costringendo Elena, Luna, Raffaele e Leonardo a misurarsi talvolta con interpretazioni non propriamente adatte alla loro personalità o semplicemente al timbro di voce: un’altra dura prova per i ragazzi superata alla grande.

    Leggi anche: Sanremo Young: solennità inedita per il nuovo talent show di Rai 1

    Elena Manuele vince la prima edizione di Sanremo Young

    Si è rivelata una serata particolarmente tesa per Elena Manuele, vincitrice di questa prima edizione di Sanremo Young. La quindicenne proveniente da San Gregorio di Catania ha, infatti, più volte riscontrato problemi con l’audio durante le esibizioni, rimanendo penalizzata.

    Con Gino Paoli si è esibita su due colossi della musica italiana, ‘Il cielo in una stanza’ e ‘Questa lunga storia d’amore’ affrontati nel migliore dei modi. L’Academy stessa ha apprezzato fortemente il duetto nonostante i problemi tecnici iniziali, valutando l’esibizione con voti eccellenti.

    In studio è più volte riecheggiato il nome di Elena Manuele, quotata sin dall’inizio del programma: l’ondata di emozione trasmessa nell’esibizione con Marco Masini in occasione della semifinale sembra aver convinto definitivamente i telespettatori.

    Mancano soli pochi minuti allo scoccare della mezzanotte quando una scintillante Antonella Clerici dichiara che il vincitore della prima edizione di Sanremo Young è… Elena Manuele. Boato in studio.

    Leggi anche: Antonella Clerici a Sanremo 2018 con i ragazzi di Sanremo Young

    Sanremo Young, Gino Paoli difende Elena Manuele: superospiti Europe e Ted Neeley

    I battibecchi hanno alimentato anche l’ultima puntata di Sanremo Young: Gino Paoli stesso, solito astenersi da simili discussioni, ha preferito intervenire in difesa di Elena Manuele.

    ‘Non ha sbagliato proprio niente: c’è chi canta perfetto e non dice un c***o e poi ci sono gli interpreti’ ha così risposto il grande poeta alle critiche dell’Academy, fortemente sostenuto dagli applausi e dalle grida dello studio.

    Marco Masini ha più volte fomentato discussioni irritando ancora una volta il direttore d’orchestra, stufo delle continue critiche e frecciate ricevute in queste cinque puntate.

    Due superospiti hanno, però, smorzato la tensione competitiva regalando momenti indimenticabili al pubblico di Rai 1: a portare sul palco dell’Ariston un frammento del musical Jesus Christ Superstar il grandissimo Ted Neeley, affiancato dai quattro finalisti in un’esibizione davvero memorabile.

    Infine, i tanto attesi Europe: con la loro ‘The Final Countdown’ hanno mandato in delirio platea e galleria. Joey Tempest ha infuocato l’Ariston come raramente accaduto prima.