Sanremo 2018, Laura Pausini: ‘Messa in dubbio la mia onestà, ho pensato di non cantare più’

Laura Pausini ripercorre i momenti vissuti durante la settimana del Festival di Sanremo, quando sono stati messi in dubbio '25 anni di onestà con la mia terra'.

Pubblicato da Redazione NanoPress Venerdì 16 marzo 2018

A un mese di distanza dal Festival di Sanremo 2018, Laura Pausini dice la sua in merito ai rumors circolati dopo aver dato forfait per la serata di apertura. Dopo aver annunciato che non avrebbe partecipato a causa di una laringite acuta, qualcuno aveva messo in dubbio che non fosse questa la vera ragione della sua assenza, insinuando che, in realtà, non volesse essere oscurata dalla presenza di Fiorello, l’altra star della serata.

‘Capricci da diva’, si mormorava, che la Pausini ha provato ad arginare informando costantemente i fan sulle sue reali condizioni di salute, anche con video dai quali si evinceva facilmente che la cantante fosse realmente afona; non solo: Fiorello stesso, in sala stampa, ha fatto ascoltare un audio inviatogli da una Laura quasi completamente afona.

Alla fine, a Sanremo ci è andata l’ultima sera, ha duettato con il conduttore Claudio Baglioni e ha salutato l’Italia con un medley che si è concluso fuori dal Teatro Ariston tra la gente comune.

Adesso Laura Pausini risponde alle critiche di quei giorni e racconta cosa ha provato in quella circostanza: ‘A Sanremo si è verificato un momento in cui sono stata male e non per la voce: è stata messa in dubbio la mia verità. 25 anni di onestà soprattutto con la mia terra non possono permettermi di dormire se una persona seria e non stupida mette in dubbio una cosa del genere’.

‘In quei momenti dico ‘Non canto più’ e non deve succedere. Devo fare sentire a me stessa che ci sono molte più cose dentro di me, (faccio leva sulla) forza che mi arriva da tanta altra gente’ e questa forza ‘deve vincere su quello che non piace di me, non devo per forza piacere a tutti. Non è giusto cambiare per piacere agli altri’