Morto Craig Mack, il rapper aveva solo 46 anni: lutto nel mondo della musica

Il mondo della musica piange Craig Mack: il rapper è scomparso a soli 46 anni per uno scompenso cardiaco il 12 marzo 2018 presso l'ospedale di Walterboro, in South Carolina. I fan lo ricordano per i singoli ‘Flava in ya ear’, ‘Get down’ e ‘What I need’ divenuti celebri negli anni Novanta.

da , il

    Morto Craig Mack, il rapper aveva solo 46 anni: lutto nel mondo della musica

    Il mondo della musica è in lutto dopo la morte di Craig Mack. Il rapper, scomparso il 12 marzo 2018 per un’insufficienza cardiaca, aveva solo 46 anni e tra i suoi principali successi si ricordano brani come ‘Flava in ya ear’, ‘Get down’ e ‘What I need’, celebri negli anni Novanta.

    Scoperto da Puff Daddy, Craig Mack si è spento in seguito ad una serie di problemi al cuore che lo avevano costretto a ricoverarsi presso l’ospedale di Walterboro, in South Carolina. L’artista statunitense non aveva ancora compiuto 50 anni ma, come fa sapere il suo agente Alvin Toney al New York Daily News, sembra che il rapper fosse pronto a qualunque cosa potesse succedergli. ‘Dio benedica il mio amico. Era uno dei migliori per me. Era preparato a raggiungere la casa di Dio, non era spaventato, ma era pronto’: con queste parole Toney ha confermato la morte di Mack, ricordato per sempre come una leggenda dell’hip hop.

    Craig Mack: l’esordio come MC EZ e il primo successo musicale

    Nato nel 1971, Craig Mack ha esordito nel mondo della musica rap con lo pseudonimo MC EZ ma, solo quando Puff Daddy, amministratore delegato della Bad Boy Records, lo ha scoperto, l’artista statunitense è diventato famoso in tutto il mondo.

    Il singolo Flava in Ya Ear, pubblicato con il suo vero nome, è stato il primo grande successo del cantante appena scomparso, poi remixato da importanti artisti come The Notorious B.I.G. e Busta Rhymes.

    Nel corso degli anni Novanta, poi, Craig Mack ha pubblicato due dischi: Project: Funk da World nel 1994 e Operation: Get Down tre anni dopo.

    La musica piange la morte di Craig Mack

    La notizia della morte di Craig Mack ha sconvolto molti esponenti del mondo della musica, alcuni dei quali hanno voluto salutarlo per l’ultima volta con un messaggio sui social.

    Il disc jockey americano hip hop, Funkmaster Flex ha postato una loro foto insieme descrivendolo come un ‘gran fratello’, mentre DJ Scratch si è detto ancora incredulo per la notizia.

    ‘Non posso credere che sia sparito. Mi aveva contattato un paio di settimane fa per parlarmi di un documentario sulla sua vita’ – ha scritto Dj Scratch su Instagram, svelando il progetto futuro di Mack prima della sua prematura scomparsa.

    Rest In Peace! Good brother... #CraigMack .... Alvin Toney love my brother...

    A post shared by FunkFlex (@funkflex) on