Silvia Provvedi: ‘Corona mi ha chiesto di sposarlo ma ora non è il momento’

A Mattino 5 parla Silvia Provvedi: 'Corona quando era in carcere mi ha chiesto di sposarlo, ma adesso non è il momento e lui è d'accordo con me. Abbiamo bisogno di respirare un attimo. Figli? Solo quando sarò sicura che ce ne potremo occupare personalmente, non sono una di quelle donne che fanno crescere i bambini alle tate'.

da , il

    Silvia Provvedi: ‘Corona mi ha chiesto di sposarlo ma ora non è il momento’

    Quelle rilasciate a Mattino 5 non sono state le prime dichiarazioni di Silvia Provvedi su Corona dopo la recente scarcerazione dell’ex re dei paparazzi, ma hanno aggiunto nuovi e interessanti particolari sul percorso riabilitativo che Fabrizio sembra finalmente voler intraprendere (ok ok, questa l’abbiamo già sentita mille altre volte) e sul tormentato rapporto tra la stessa cantante delle Donatella e il suo fidanzato ‘bello e dannato’, tornato a casa, anche se con alcune restrizioni, dopo un anno e quattro mesi trascorsi dietro le sbarre. Ai microfoni di Federica Panicucci è intervenuto pure l’avvocato di Fabrizio Corona, Ivano Chiesa, che ha spiegato nei dettagli la questione dei social network.

    ‘Fabrizio non tornerà in carcere per le foto postate su Facebook e Instagram’, ha confermato l’avvocato Chiesa, ‘È vero che tra le restrizioni che deve obbligatoriamente seguire c’è anche il divieto di utilizzare i social network, ma i suoi profili sono gestiti da uno staff che ha continuato a pubblicare immagini anche quando lui era dentro, e quindi perché prima andava bene e adesso no? Non è molto chiaro’. Versione confermata da Silvia Provvedi: ‘I suoi profili social non li gestisce direttamente lui, quindi Fabrizio non ha violato nessuna prescrizione. Tra l’altro sono state postate immagini vecchie e di dominio pubblico, comunque d’ora in poi starò ancora più attenta’.

    In ogni caso Fabrizio Corona ci terrebbe tantissimo a utilizzare i social e la restrizione gli pesa parecchio: ‘È molto dispiaciuto per questa cosa: lui ha molto bisogno di comunicare con la gente, lo fa sentire amato. Alla base della riabilitazione c’è sicuramente il contatto con le persone che lo amano e lo stimano’.

    Poi il discorso è scivolato più sul personale, e Silvia Provvedi ha parlato del ritorno a casa del suo Fabrizio Corona: ‘Il suo ritorno dopo quasi un anno e mezzo di carcere è stato davvero rivoluzionario per entrambi. Adesso dobbiamo essere bravi a trovare il nostro equilibrio nella pace e nella serenità: dopo aver dimostrato la nostra forza nei momenti difficili, adesso dobbiamo farlo anche nella vita di tutti i giorni’. Non è però semplice perché Corona vive nel terrore di commettere un passo falso che lo ricondurrebbe in carcere (e stavolta probabilmente butterebbero via la chiave): ‘Fabrizio è molto arrabbiato, questo muro che gli hanno costruito attorno è una follia: non ha diritto di parola, non può fare il minimo sbaglio. Lui avrebbe soltanto bisogno di uscire di casa con suo figlio senza pensare che ci siano delle telecamere nascoste pronte a riprenderlo’.

    Successivamente Silvia Provvedi ha rivelato che Corona è molto geloso (anche perché lei può uscire quando vuole e con chi vuole, mentre lui no) e che dietro l’immagine di persona ruvida e ribelle si nasconde in realtà ‘un uomo d’oro, buono, dolce e sensibile’: un uomo a cui forse sarebbe servito un altro percorso di riabilitazione.

    Infine la confessione quasi shock di Silvia Provvedi su Corona a proposito di matrimonio e figli: ‘Me lo ha scritto diverse volte quando era in carcere, ma ha la razionalità di capire che adesso non è il momento di sposarci. Abbiamo bisogno di respirare un attimo e di andarci con i piedi di piombo. Ora vogliamo goderci questo momento, siamo stanchi’. Stessa cosa per l’arrivo di eventuali bambini: ‘Io non sono una donna che lascia i figli alle tate, li devo crescere io. Ci penseremo quando avrò la consapevolezza che Fabrizio ha scelto di fare nuovamente il padre’.