Silvio Muccino a Non è l’Arena: ‘Ho cambiato vita e auguro tutto il meglio alla mia famiglia’

A distanza di due anni dall'ultima intervista rilasciata a Massimo Giletti, Silvio Muccino è ritornato dal giornalista per raccontare a Non è L'Arena la sua nuova vita. Allontanatosi per due anni dalla famiglia e dal fratello Gabriele, l'attore ha ritrovato equilibrio e serenità e non ha manifestato l'intenzione di riallacciare i rapporti con i suoi cari.

Pubblicato da Luana Rosato Lunedì 5 marzo 2018

Silvio Muccino a Non è l’Arena: ‘Ho cambiato vita e auguro tutto il meglio alla mia famiglia’

Ospite di Non è l’Arena, Silvio Muccino ha voluto ‘chiudere un percorso di cambiamento’ con Massimo Giletti parlando della sua nuova vita in Umbria e di come sia maturata in lui l’idea che la lontananza dalla famiglia e dal fratello Gabriele abbiano inciso positivamente sulla sua psicologia.

L’ultima volta che Silvio Muccino aveva parlato ai microfoni de L’Arena di Rai 1, l’attore si era lasciato andare a dichiarazioni sconcertanti sulla sua famiglia – che aveva definito disgregata – e sul fratello, il regista Gabriele, accusandolo di atteggiamenti violenti nei confronti della ex moglie, Elena Majoni. Dopo quell’intervista shock di Muccino junior ai microfoni di Massimo Giletti, l’attore ha raccontato di essersi sentito ‘come un sacco vuoto’ e di aver avvertito il bisogno di ‘ripartire e ritrovarsi’. Non, come molti credevano, ‘ritornando in pista’, ma rifugiandosi in mezzo al nulla in Umbria, lontano da Roma e dai familiari.

Leggi anche: Silvio Muccino contro il fratello Gabriele a L’Arena: ‘E’ violento, ho detto il falso ai giudici’

Silvio Muccino e la nuova vita in Umbria: ‘Ci vuole tempo per ricostruirsi’

‘Prima di ripartire avevo bisogno di ritrovarmi’ – ha spiegato Silvio Muccino a Non è L’Arena su La 7 – ‘Era come aver passato tanto tempo a decostruirmi per arrivare ad avere il coraggio di denudarsi’.

‘Poi c’è il tempo che ci vuole, invece, per ricostruirsi e io, questo tempo, me lo sono andato a prendere andando a vivere in una casa bella, in mezzo al nulla, tra i lupi e i cinghiali in Umbria’: è da qui, dunque, che è iniziato il nuovo percorso di cambiamento di Silvio.

L’addio a Roma è stato quasi dovuto per Muccino che ha preferito lasciare la città natale, troppo piena di ricordi, per rifugiarsi dove nessuno lo conosceva, tra persone umanamente meravigliose ma che non sapevano nulla di lui.

Leggi anche: Silvio Muccino a Le Invasioni Barbariche: ‘Le dichiarazioni di mio fratello mi violentano’

Silvio Muccino sui rapporti col fratello Gabriele: nessuna riappacificazione

Così, a distanza di due anni dall’ultima intervista concessa a Massimo Giletti, Silvio Muccino si è ritrovato e ha scelto di concludere questo percorso di cambiamento proprio con il giornalista che gli ha permesso di svuotarsi e ricomporsi.

‘In questi due anni sono cambiate molte cose, la mia vita è cambiata in meglio’ – ha raccontato, spiegando come la lontananza dai familiari gli abbia fatto bene.

‘Credo che esistano delle famiglie che trovano l’armonia nello stare insieme e ci sono altre famiglie, come certi porcospini, che trovano l’armonia nella giusta distanza’ – ha proseguito Muccino junior su La7 – ‘La serenità e la tranquillità di questi anni mi ha lavato di tantissime tensioni, dolori e risentimenti’.

Nessun riavvicinamento, dunque, alla sua famiglia d’origine né al fratello Gabriele Muccino ai quali, tuttavia, Silvio augura il meglio, consapevole che, ad oggi, il ‘dialogo più interessante’ sia con se stesso.

Leggi anche: Silvio Muccino risponde a Gabriele: ‘Che le cose private restino tali’