Alessandro Preziosi: ‘Per diventare attore ho fatto la fame’

L'attore napoletano racconta il percorso - difficile e tortuoso - che lo ha portato a diventare un artista di teatro, cinema e tv. Alessandro Preziosi si confessa in una intervista svelando di essere stato cacciato da casa per non aver proseguito la carriera da avvocato e di essersi adattato facendo i lavori più umili pur di inseguire un sogno.

da , il

    Alessandro Preziosi: ‘Per diventare attore ho fatto la fame’

    Volto noto della tv, del cinema e del teatro, Alessandro Preziosi ha raccontato come è iniziata la sua carriera di attore e i sacrifici che questa scelta ha comportato. Napoletano doc, ha dimostrato sul palco del Festival di Sanremo 2018 in duetto con Ornella Vanoni di avere anche grandi doti canore, ma la professione che è riuscito a costruirsi lo ha costretto ad un percorso lungo e tortuoso.

    La carriera di Alessandro Preziosi come attore è iniziata quando lui aveva 25 anni e dopo il conseguimento della Laurea in Giurisprudenza. Figlio di avvocati, ha scelto di non seguire le orme di famiglia ma di dedicarsi ad una passione: pur non appoggiato – moralmente ed economicamente – dalla madre e dal padre, che non hanno mai condiviso la sua scelta tanto da mandarlo via da casa, Preziosi ha dimostrato di avere tenacia e talento da vendere iniziando a lavorare nella fiction di Canale 5, Vivere, e nella miniserie tv Una donna per amico 2.

    Leggi anche: Alessandro Preziosi è tornato single, finito l’amore con Greta Carandini

    Alessandro Preziosi mandato via da casa dai genitori

    La vita di Alessandro Preziosi, prima del suo successo come attore, non è stata sempre semplice.

    Come svelato in un’intervista a Vanity Fair, il napoletano iniziò ad avvicinarsi al teatro dopo la Laurea in Giurisprudenza presso l’Università Federico II di Napoli con il massimo dei voti.

    Riuscito ad ottenere il ruolo di assistente di diritto tributario all’Università di Salerno, Preziosi si avvicinò al mondo dell’arte frequentando l’Accademia dei Filodrammatici di Milano.

    Una scelta che non venne affatto condivisa dalla famiglia di Preziosi che reagì in modo inaspettato: ‘[…] I miei genitori mi hanno detto: Quella è la porta! Vuoi Fare l’attore? Vai!’.

    Alessandro Preziosi prima di diventare attore: ‘Ho fatto il cameriere’

    Approdato a Milano, Preziosi ha raccontato di essere stato ospitato da un’amica della madre che gli disse: ‘Ti do 15 giorni per trovarti una sistemazione’.

    Prima di affermarsi definitivamente come attore, però, Alessandro si è dovuto adattare facendo i lavori più umili – ‘Ho fatto il cameriere, ho fatto la fame’ – e solo grazie al ruolo di protagonista in Elisa di Rivombrosa ha ottenuto il successo che sperava.

    Da quel momento, la sua carriera è stata solo in ascesa e, ad oggi, Preziosi vanta numerosissimi spettacoli teatrali, pellicole cinematografiche e interpretazioni in film e serie tv che gli sono valsi importanti premi come il Premio Alberto Sordi per l’impegno artistico e sociale nel 2008, il Premio Federico II per Mine vaganti nel 2010 o La Fenice di Venezia – Cavalchina Award nel 2014.

    Leggi anche: La Bella e la Bestia: la fiction di Rai 1 con Alessandro Preziosi protagonista