Sanremo 2018, Lo Stato Sociale duetta con il Piccolo Coro dell’Antoniano e ‘cogl*****’ diventa ‘palloni’

In attesa di rivedere la band de Lo Stato Sociale sul palco del Festival per il duetto con il Piccolo Coro dell'Antoniano e Paolo Rossi, i bolognesi hanno spiegato che per l'occasione modificheranno la parolaccia inserita nel brano 'Una vita in vacanza'.

Pubblicato da Luana Rosato Venerdì 9 febbraio 2018

Sanremo 2018, Lo Stato Sociale duetta con il Piccolo Coro dell’Antoniano e ‘cogl*****’ diventa ‘palloni’
Ansa – Lo Stato Sociale prima della conferenza stampa di Sanremo 2018 / Ansa

La serata dei duetti di Sanremo 2018 vedrà la band Lo Stato Sociale in coppia con il Piccolo Coro dell’Antoniano e Paolo Rossi, ma per l’occasione il brano ‘Una vita in vacanza’ subirà una piccolissima modifica nel testo. Il pezzo del gruppo bolognese, infatti, contiene una parolaccia che, solo per la serata del 9 febbraio, verrà sostituita da un nuovo termine.

‘E nessuno che rompe i cogl****’ diventerà ‘E nessuno che rompe i palloni’ per Lo Stato Sociale durante il duetto con il Piccolo Coro dell’Antoniano al Festival di Sanremo 2018. La band bolognese, tra i candidati alla vittoria della 68esima edizione della gara canora, ha scelto di modificare una piccola parte di testo proprio per non incorrere in polemiche inutili sulla pronuncia di volgarità da parte dei piccoli cantanti. ‘Non ce l’ha chiesto nessuno, l’abbiamo deciso noi’ – hanno spiegato i ragazzi de Lo Stato Sociale, che ancora non credono all’enorme successo di pubblico ottenuto fin dalla prima esibizione sul palco dell’Ariston.

Leggi anche: Lo Stato Sociale a Sanremo 2018: chi è la ‘vecchia che balla’ sul brano?

‘Tre giorni fa non ci filava nessuno’ – hanno raccontato – ‘Da due giorni ci fermano tutti per strada qui a Sanremo e tutti indistintamente ci dicono: ‘Conosco tutti i vostri pezzi’. Tuttavia, nonostante la popolarità acquisita con il Festival, Alberto Cazzola, Lodovico Guenzi, Alberto Guidetti, Enrico Roberto e Francesco Draicchio promettono di non cambiare: ‘[…]Rispetteremo la fisica dell’acqua: cambiare il contenitore ma non il contenuto’.