Isola 13, Eva Henger: ‘Per Francesco Monte ho rischiato il carcere’

Eva Henger è tornata in Italia e, ospite della puntata del 5 febbraio 2018 de L'Isola dei famosi 13, ha avuto modo di ribadire le sue accuse nei confronti di Francesco Monte. Pur avendo Alessia Marcuzzi e gli opinionisti contrari alle dichiarazioni sull'uso di droghe leggere da parte dell'ex tronista, l'ungherese ha saputo difendersi ribadendo la sua verità e accusando l'ex naufrago di aver messo in pericolo lei e gli altri compagni di avventura.

Pubblicato da Luana Rosato Martedì 6 febbraio 2018

Isola 13, Eva Henger: ‘Per Francesco Monte ho rischiato il carcere’

Eva Henger è rientrata in Italia dopo l’eliminazione da L’Isola 13 e ha continuato a puntare il dito contro Francesco Monte accusandolo di aver fatto uso di droghe leggere prima dell’arrivo in spiaggia. Con estrema pacatezza, l’ungherese ha continuato a sostenere fermamente le sue tesi seppur incalzata da Alessia Marcuzzi e consapevole che – almeno per ora – Mediaset non sia fornita di prove a suo sostegno.

Le accuse di Eva Henger contro Francesco Monte, dunque, non si sono fermate nemmeno davanti al sipario de L’Isola 13 che ha tentato di impedire l’ingresso dell’ungherese negli studi di Canale 5. Prontamente soccorsa da Daniele Bossari, l’ex attrice a luci rosse si è accomodata sullo sgabello di fronte ad Alessia Marcuzzi per affrontare, senza convenevoli, l’argomento che ha tenuto banco per un’intera settimana: l’uso di droghe leggere da parte di Monte prima dell’arrivo dei naufraghi in Palapa.

Leggi anche: Francesco Monte ha usato droga su L’Isola 13? L’accusa di Eva Henger

Eva Henger sul ritiro di Francesco Monte da L’Isola 13: ‘Ha fatto bene’

‘Volevo dirti che, dopo le accuse della scorsa settimana, nelle ultime ore Francesco Monte ha deciso di tornare in Italia per difendersi. Cosa pensi?’ – ha immediatamente chiesto la conduttrice alla Henger.

‘Ha fatto bene!’ – ha replicato Eva – ‘Io e gli altri concorrenti abbiamo rischiato 12 anni di reclusione in un carcere in Honduras per la bravata di Francesco’.

‘Credo che bisogna rispettare il posto di lavoro e le altre persone e non bisognava fare ciò che ha fatto lui, fregandosene delle conseguenze’ – ha proseguito, davanti ad un’attonita Marcuzzi che le ha più volte ribadito che sarà lei ad assumersi le responsabilità delle sue dichiarazioni.

Il racconto della Henger, poi, è andato avanti entrando nel dettaglio: Francesco Monte ha ricevuto della marijuana da una persona e, il giorno successivo, tutti i naufraghi sono stati portati all’interno della Villa su di un autobus.

‘In Honduras ci sono state le elezioni e c’è una rivolta. Ogni 200 metri c’è la polizia che perquisisce le macchine: se ci avessero perquisiti e beccati, come spieghi di essere innocente?’.

In uno studio gelido, la Henger ha raccontato di aver scelto di ‘denunciare’ Francesco Monte in diretta tv solo dopo la nomination perchè ‘la verità non ha prescrizione, si può dire oggi, domani o tra un anno’, e ha avuto la certezza che l’ex tronista avesse addosso la marijuana solo all’arrivo in Villa, quando ha iniziato a farne uso.

Leggi anche: Isola 13, Francesco Monte e Nadia Rinaldi a rischio? Bufera su Eva Henger

Alessia Marcuzzi in difesa della produzione de L’Isola 13

Un po’ contrariata dalle affermazioni della Henger ed evidentemente in disaccordo con la sua polemica, Alessia Marcuzzi le ha fatto notare che, a differenza di quanto dichiarato, la produzione è venuta a conoscenza dei fatti solo dopo la nomination.

‘Sono basita da quello che stai raccontando perché è una tua verità. Da quello che mi hanno detto gli autori e la produzione, non è andata così’ – ha continuato la Marcuzzi, mentre la Henger ha tentato di farle notare come, anche se indirettamente, altri naufraghi hanno confermato la sua versione dei fatti.

Eva, dunque, seppur consapevole di aver sbagliato la tempistica della denuncia, ha ribadito quanto dichiarato in precedenza specificando che, se tornasse indietro, forse non rifarebbe ciò che ha fatto per evitare che le persone che le vogliono bene subiscano quanto accaduto negli ultimi giorni.

‘La gente stupida se la prende con le persone che non c’entrano nulla e per questo avrei agito in modo diverso’ – ha concluso l’ex naufraga – ‘Non è stata la sede migliore per la denuncia, ma non volevo fare un dispetto a voi […]penso, però, che le cose così gravi vadano dette’.

‘Non potete fare il processo a me per aver detto la verità’ – ha esclamato l’ex naufraga, provando a concludere la sua intervista/accusa con un giudizio sulla sua breve permanenza sull’Isola: ‘E’ stato bellissimo’.