Stefania Sandrelli contro Catherine Deneuve: ‘Un’amica, ma la libertà di importunare non esiste’

'Io sto con le donne che denunciano. Sono amica della Deneuve; ma la libertà di importunare non esiste. È un tema che sento molto': così Stefania Sandrelli esprime dissenso da Catherine Deneuve e dalla lettera firmata da altre cento personalità francesi. L'attrice, mai stata molestata, ricorda anche l'amore con Gino Paoli e il 'filarino' con Tenco

Pubblicato da Fulvia Leopardi Lunedì 29 gennaio 2018

Stefania Sandrelli contro Catherine Deneuve: ‘Un’amica, ma la libertà di importunare non esiste’

Stefania Sandrelli contro Catherine Deneuve, prima firmataria di una lettera pubblicata nei giorni scorsi che chiedeva ‘libertà di provarci’ per gli uomini. L’attrice si è detta amica della collega francese, ma si schiera dalla parte delle donne che denunciano e ‘la libertà di importunare’ non esiste‘, sostiene la Sandrelli.

Non si ferma il dibattito sulla lettera pubblicata da Le Monde sul tema delle molestie sessuali.

Sandrelli: ‘Sto con le donne che denunciano’

Nel ‘manifesto’, Deneuve e altre 100 donne francesi si scagliavano contro il puritanesimo seguito al caso Weinstein, perché fermo restando il no alle molestie, gli uomini devono avere la libertà di sedurre, anche ostinatamente o in maniera maldestra.

Nella lettera ci si scagliava contro casi di uomini puniti sommariamente, costretti alle dimissioni per una toccata di ginocchio o un bacio rubato, o per aver inviato messaggi a connotazione sessuale a donne per le quali l’attrazione non era reciproca.

Ma la Sandrelli non è d’accordo: intervistata dal Corriere della Sera, l’attrice spiega che ‘Io sto con le donne che denunciano. Sono amica della Deneuve; ma la libertà di importunare non esiste. È un tema che sento molto‘.

Nell’intervista, Sandrelli spiega che nessuno l’ha mai molestata, perché lei sapeva mettere le cose in chiaro, anche se confessa che Depardieu sul set di Novecento allungava le mani, lei però era consenziente.

LEGGI: Catherine Deneuve sulle molestie: ‘Lasciate gli uomini liberi di importunarci e corteggiarci maldestramente’

Sandrelli e i colleghi attori: tra ‘cotte’ e simpatie

A questo punto il focus dell’intervista si sposta agli amori della Sandrelli, e così se con Depardieu c’è stato qualche gioco (complice anche il fatto che alle nove di mattina l’attore francese era già alticcio), De Niro era serio e professionale.

Mastroianni aveva invece una meravigliosa leggerezza, Gassman era divertente, con Alberto Sordi rise tanto, mentre Manfredi (‘tra i grandi‘) la attraeva molto e Moravia era ‘buffo da morire‘.

LEGGI: Stefania Sandrelli: film più famosi dell’attrice nata con la Repubblica

Sandrelli e Luigi Tenco: ‘Una veloce storia all’insaputa di Paoli’

Sandrelli confessa anche di aver avuto un ‘filarino’ con Luigi Tenco mentre stava con Gino Paoli: con Tenco fu una storia veloce, sportiva, avvenuta all’insaputa di Gino.

L’attrice smentisce anche che Paoli si sparò al cuore a causa sua (il colpo si bloccò vicino al pericardio): della storia con Tenco, Paoli lo seppe anni dopo, e la Sandrelli, subito dopo il tentato suicidio, disse al cantante che non era vero che l’aveva fatto per amore di lei, visto che se si fosse ucciso i due non si sarebbero visti più.