Brigitte Bardot sul caso molestie: ‘Le attrici che denunciano ipocrite e ridicole’

Controcorrente ed inaspettato il pensiero di Brigitte Bardot sul caso molestie nel mondo del cinema. L'attrice francese, come la collega Catherine Deneuve, non ha appoggiato il movimento #MeToo ideato da tutte le colleghe che nel corso della loro carriera nel mondo dello spettacolo sono state vittime di molestie o violenze da parte di uomini di potere. L'icona degli anni Settanta ha definito coloro che hanno denunciato 'ipocrite e ridicole'.

Pubblicato da Luana Rosato Giovedì 18 gennaio 2018

Brigitte Bardot sul caso molestie: ‘Le attrici che denunciano ipocrite e ridicole’
Ansa – Uno scatto di Brigitte Bardot ripreso dalla mostra organizzata in Francia per gli 80 anni dell’attrice / Ansa

Si continua a parlare di molestie nel cinema e tra le voci femminili fuori dal coro anche quella di Brigitte Bardot che si è scagliata duramente contro tutte le attrici sollevatesi in coro per raccontare le loro infelici esperienze con produttori cinematografici e non solo. A pochi giorni dalle dichiarazioni controcorrente di Catherine Deneuve, dunque, arriva anche il pensiero – inaspettato – della collega francese.

In un’intervista rilasciata a Paris Match, Brigitte Bardot si è espressa sul caso molestie nato in America in seguito alle denunce di numerose attrici vittime del produttore Harvey Weinstein e, controcorrente come al suo solito, si è schierata dalla parte delle accusatrici, ovvero di tutte quelle donne che hanno scelto di prendere le distanze dalle colleghe fautrici del movimento #MeeToo. Per la Bardot, infatti, queste attrici non sono altro che arrampicatrici alla ricerca di notorietà e di un po’ di pubblicità utile per la loro carriera.

Leggi anche: Catherine Deneuve sulle molestie: ‘Lasciate gli uomini liberi di importunarci e corteggiarci maldestramente’

Brigitte Bardot: ‘Molte attrici giocano a flirtare con i produttori per un ruolo’

Se Catherine Deneuve, quindi, ha riconosciuto agli uomini la libertà di ‘importunare e corteggiare maldestramente’, Brigitte Bardot ha un concetto ben diverso del rapporto tra uomo e donna, almeno nell’ambito dello spettacolo.

‘Un sacco di attrici tentano di giocare a flirtare coi produttori per avere un ruolo’ – ha dichiarato l’icona francese degli anni Settanta – ‘E poi, quando parliamo di loro, dicono di esser state molestate’.

La Bardot, dunque, sembra essere abbastanza scettica riguardo la pioggia di accuse mosse dalle colleghe d’oltreoceano (e non solo) nei confronti di Harvey Weinstein e di potenti uomini del cinema.

‘La grande maggioranza di loro è ipocrita e ridicola’ – ha concluso l’attrice, sostenendo fermamente che le donne che si sono riunite sotto il movimento #MeeToo sono semplicemente alla ricerca di un po’ di visibilità.

Leggi anche: Harvey Weinstein, le attrici che lo accusano di abusi

Brigitte Bardot: ‘Mai stata vittima di molestie’

Se le attrici delle ultime generazioni, dunque, pare siano state sempre più spesso vittime di attenzioni poco piacevoli da parte degli uomini di potere nel cinema, la stessa cosa non è accaduta anni addietro a Brigitte Bardot.

Come spiegato da quest’ultima, infatti, nel corso della sua lunga carriera, lei non è mai stata vittima di molestie.

Tuttavia, i commenti sul suo aspetto fisico non sono mai mancati, ma non hanno mai infastidito la protagonista di ‘E Dio creò la Donna: ‘[…] Trovavo piacevole quando mi dicevano che ero bella o che avevo un bel culetto’.

Punti di vista diametralmente differenti, quindi, quelli della Bardot e della Deneuve rispetto alle posizioni delle colleghe europee ed americane.