Amici 17, punizione per i concorrenti: ‘Lavoreranno di notte e puliranno le strade’

I concorrenti di Amici 17 hanno ricevuto una punizione esemplare comunicata loro da Maria De Filippi durante il pomeridiano di sabato 13 gennaio 2018. Dopo aver infranto in modo reiterato il regolamento, i ragazzi dovranno pulire di notte le strade di Roma. Virginia Raggi ha accolto positivamente l'iniziativa della Scuola di Canale 5 dicendosi disponibile a collaborare.

Pubblicato da Luana Rosato Lunedì 15 gennaio 2018

Maria De Filippi ha inflitto una punizione esemplare ai concorrenti di Amici 17 che hanno infranto in modo reiterato il regolamento del talent show di Canale 5. La comunicazione ufficiale è avvenuta durante il pomeridiano di sabato 13 gennaio 2018 quando la conduttrice ha espulso temporaneamente quattro allievi – il cantante Biondo e i ballerini Nicholas, Vittorio e Filippo – e annunciato che tutti gli altri si occuperanno della pulizia notturna delle strade romane.

La punizione di Maria De Filippi ai concorrenti di Amici 17 ha trovato immediatamente l’approvazione di Virginia Raggi, sindaco di Roma, che ha accolto con entusiasmo l’iniziativa della conduttrice. ‘Aspettiamo volentieri i ragazzi di Amici: questa città, dopo anni di incuria e abbandono, ha bisogno anche di ragazzi volenterosi che diano il buon esempio!’ – si legge nella nota del primo cittadino della Capitale – ‘Gli ‘amici’ di Maria potranno aiutarci a raccogliere i sacchi della raccolta differenziata e ad informare i cittadini sul nostro progetto di raccolta porta a porta che abbiamo avviato in alcuni quartieri e che a breve sarà esteso a 500 mila cittadini. Siamo certi che sarà un’esperienza anche molto istruttiva’.

Maria De Filippi: ‘Credo nella rieducazione’

Pur non essendo entrata nel merito di quanto accaduto, Maria De Filippi ha chiarito che i concorrenti di Amici 17, nonostante partecipino ad una Scuola che permette di vivere delle proprie passioni, devono sottostare necessariamente ad un regolamento.

Le norme in vigore, infatti, servono ad ‘aiutare a rimanere concentrati per apprendere ciò che i professori sono chiamati a insegnare’ ed è, dunque, fondamentale il rispetto delle stesse.

Visto, però, il comportamento dei concorrenti di Amici, la De Filippi e la produzione del talent show hanno deciso di punire i ragazzi: ‘[…] Quando l’arrabbiatura decanta, arriva l’esigenza di trovare un sistema educativo, anche perché io credo nella rieducazione’.

Nell’intervista al Corriere della Sera, la conduttrice ha confermato la punizione inflitta a cantanti e ballerini: ‘Aiutare a pulire le strade, concentrandosi sulle periferie, può trasmettere loro un impegno civico, civile […] Tutti possiamo sbagliare, ma quando si va oltre, qualcosa si deve fare. Lavorando di notte capiranno il senso di cosa significa farlo’.

Amici 17, cosa hanno fatto i concorrenti?

Pur avendo reso nota la punizione inflitta ai concorrenti di Amici 17, Maria De Filippi ha preferito non entrare nel merito di ciò che i ragazzi hanno combinato, ma si è limitata a dire che ‘sono successe delle cose che, se fossero capitate anche a mio figlio, non sarei pazza di gioia’.

A chi continua a chiedersi cosa sia accaduto nello specifico, però, la conduttrice ha spiegato che non è suo compito ‘denigrare’ dei ragazzi di venti anni in televisione, consapevole delle dinamiche che la regolano.

‘[…] Hanno 20 anni e la televisione resta una grande lente di ingrandimento che può etichettare cose che — se fossero successe in famiglia — sarebbero rimaste in famiglia’ – ha chiarito – ‘Loro si sono rivolti a me per cantare e ballare, non perché racconti quello che è successo, e rispetto questa volontà. Ma con loro, privatamente, sono entrata assolutamente nel dettaglio’.

Gli allievi di Amici 17 puliscono le strade di Roma

A pochi giorni dalla comunicazione della punizione inflitta ai concorrenti della Scuola di Amici 17, i ragazzi sono stati avvistati per le strade romane nelle vesti di netturbini.

Vestiti con abiti da lavoro e attrezzati con gli strumenti necessari, gli allievi di Maria De Filippi sono stati condotti nelle periferie della Capitale per adempiere al loro dovere.

Una punizione esemplare quella scelta dalla conduttrice e dalla produzione del talent show di Canale 5, la prima nella storia di Amici.

Vedi anche: