Nastri d’argento 2017 candidature: 7 per La Tenerezza, Fortunata e Indivisibili

Annunciate le nomination ai Nastri d'argento 2017: le candidature vedono in testa La Tenerezza, Fortunata e Indivisibili con 7 ciascuno. La cerimonia di consegna è fissata sabato 1 luglio 2017 al Teatro Antico di Taormina.

Pubblicato da Raffaele Dambra Mercoledì 7 giugno 2017

Nastri d’argento 2017 candidature: 7 per La Tenerezza, Fortunata e Indivisibili

I migliori film italiani in nomination ai Nastri d’argento 2017: le candidature ai premi cinematografici che dal 1946 vengono assegnati dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, vedono in testa tre pellicole, La Tenerezza di Gianni Amelio, Fortunata di Sergio Castellitto (visto di recente a Cannes nella sezione Un Certain Regard) e Indivisibili di Edoardo De Angelis, ognuna delle quali è in lizza in ben sette categorie. Seguono a breve distanza Fai Bei Sogni di Marco Bellocchio e Fiore di Claudio Giovannesi, entrambi 6 nomination, e Tutto Quello Che Vuoi di Francesco Bruni con 5. La cerimonia di consegna dei Nastri d’argento 2017 si terrà sabato 1 luglio al Teatro Antico di Taormina.

I candidati ai Nastri d’argento 2017 e alcuni celebri cineasti, come per esempio Paolo Sorrentino che ha ricevuto il Nastro dell’anno per la serie tv The Young Pope, si sono ritrovati martedì 6 giugno al MAXXI di Roma per una grande festa durante la quale sono stati assegnati anche il Nastro speciale a Giuliano Montaldo, leggendario regista premiato questa volta nelle vesti di attore per la magistrale interpretazione in Tutto Quello Che Vuoi di Francesco Bruni, e il Nastro alla carriera a Roberto Faenza per i suoi 50 anni nel cinema.

Consegnati anche due speciali riconoscimenti a 7 Minuti di Michele Placido e a Sole Cuore Amore di Daniele Vicari ‘per l’attenzione al cinema civile, in particolare sul tema del lavoro’, mentre i giornalisti di settore hanno deciso di premiare i due attori principali di Monte di Amir Naderi, Claudia Potenza e Andrea Sartoretti, ‘per l’impegno speciale in una prova di interpretazione anche fisicamente durissima’.

Gloria anche per Piuma di Roan Johnson, vincitore della categoria dedicata al cinema sui giovani, e per la splendida Monica Bellucci che non era presente a Roma ma sarà a Taormina per ritirare il Nastro d’argento europeo 2017 assegnatole per il film Sulla Via Lattea di Emir Kusturica. Ovviamente per quanto riguarda tutte le altre nomination ai Nastri d’argento 2017 e le candidature con i rispettivi vincitori, l’appuntamento è per il 1° luglio con la cerimonia di premiazione, non prima di aver ricordato che per la 71^ edizione dei Nastri sono stati presi in considerazione tutti i film italiani usciti tra il 1° giugno 2016 e il 31 Maggio 2017.

Nastri d’argento 2017: candidature di tutte le categorie

– Miglior film
La Tenerezza, di Gianni Amelio
Tutto Quello Che Vuoi, di Francesco Bruni
Fortunata, di Sergio Castellitto
Indivisibili, di Edoardo De Angelis
Fiore, di Claudio Giovannesi

– Miglior regia
Gianni Amelio – La tenerezza
Marco Bellocchio – Fai bei sogni
Edoardo De Angelis – Indivisibili
Ferzan Ozpetek – Rosso Istanbul
Antonio Piazza e Fabio Grassadonia – Sicilian Ghost Story

– Miglior regista esordiente
Vincenzo Alfieri – I peggiori
Marco Danieli – La ragazza del mondo
Roberto De Paolis – Cuori puri
Andrea De Sica – I figli della notte
Fabio Guaglione e Fabio Resinaro – Mine

– Miglior commedia
L’Ora Legale, di Salvo Ficarra e Valentino Picone
Lasciati Andare, di Francesco Amato
Moglie e Marito, di Simone Godano
Omicidio all’Italiana, di Maccio Capatonda
Orecchie, di Alessandro Aronadio

– Miglior soggetto
Michele Astori e Pierfrancesco Diliberto (Pif) – In guerra per amore
Massimiliano Bruno, Herbert Simone Paragnani e Gianni Corsi – Beata ignoranza
Nicola Guaglianone – Indivisibili
Edoardo Leo – Che vuoi che sia
Fabio Mollo e Josella Porto – Il padre d’Italia

– Miglior sceneggiatura
Francesco Bruni – Tutto quello che vuoi
Ugo Chiti, Gianfranco Cabiddu, Salvatore De Mola e Francesco Marino – La stoffa dei sogni
Claudio Giovannesi, Filippo Gravino, Antonella Lattanzi – Fiore
Alex Infascelli e Francesca Manieri – Piccoli crimini coniugali
Margaret Mazzantini – Fortunata

– Miglior produttore
Claudio Bonvento – Il permesso: 48 ore fuori
Beppe Caschetto – Fai bei sogni / Tutto quello che vuoi
Beppe Caschetto e Rita Rognoni – Fiore
Attilio De Razza – L’ora legale
Attilio De Razza e Pier Paolo Verga – Indivisibili
Gaetano Di Vaio e Gianluca Curti – Falchi
Nicola Giuliano, Francesca Cima, Carlotta Calori e Viola Prestieri – Fortunata
Nicola Giuliano, Francesca Cima, Carlotta Calori e Massimo Cristaldi – Sicilian Ghost Story

– Miglior attore protagonista
Renato Carpentieri – La tenerezza
Alessandro Gassmann e Marco Giallini – Beata ignoranza
Luca Marinelli – Il padre d’Italia
Michele Riondino – La ragazza del mondo
Toni Servillo – Lasciati andare

– Miglior attrice protagonista
Giovanna Mezzogiorno e Micaela Ramazzotti – La tenerezza
Isabella Ragonese – Sole cuore amore / Il padre d’Italia
Greta Scarano – La verità sta in cielo / Smetto quando voglio Masterclass
Sara Serraiocco – La ragazza del mondo / Non è un paese per giovani
Jasmine Trinca – Fortunata

– Miglior attore non protagonista
Claudio Amendola e Luca Argentero – Il permesso: 48 ore fuori
Alessandro Borghi – Fortunata / Il più grande sogno
Ennio Fantastichini – Caffè / La stoffa dei sogni
Valerio Mastandrea – Fiore
Edoardo Pesce – Cuori puri / Fortunata

– Miglior attrice non protagonista
Barbora Bobulova – Cuori puri / Lasciami per sempre
Margherita Buy – Come diventare grandi nonostante i genitori / Questi giorni
Sabrina Ferilli – Omicidio all’italiana
Anna Ferruzzo – Il padre d’Italia
Carla Signoris – Lasciati andare

– Miglior fotografia
Luca Bigazzi – La tenerezza / Sicilian ghost story
Arnaldo Catinari – Piccoli crimini coniugali / Tutto quello che vuoi
Duccio Cimatti – La guerra dei cafoni
Daniele Ciprì – Fai bei sogni / Fiore
Gian Filippo Corticelli – Rosso Istanbul

– Miglior scenografia
Giancarlo Basili – La tenerezza
Dimitri Capuani – I figli della notte
Marco Dentici – Fai bei sogni / Sicilian ghost story
Marina Pinzuti Ansolini – Piccoli crimini coniugali
Alessandro Vannucci – Smetto quando voglio Masterclass

– Migliori costumi
Daria Calvelli – Fai bei sogni
Massimo Cantini Parrini – Indivisibili
Beatrice Giannini ed Elisabetta Antico – La stoffa dei sogni
Patrizia Mazzon – Smetto quando voglio Masterclass
Cristiana Ricceri – In guerra per amore

– Miglior montaggio
Francesca Calvelli – Fai bei sogni
Jacopo Quadri – La guerra dei cafoni
Matteo Santi, Fabio Guaglione e Filippo Mauro Boni – Mine
Roberto Siciliano – Il permesso: 48 ore fuori
Giuseppe Trepiccione – Fiore

– Miglior sonoro in presa diretta
Stefano Campus – Il permesso: 48 ore fuori
Gianluca Costamagna – Tutto quello che vuoi
Alessandro Rolla – Fortunata
Remo Ugolinelli e Alessandro Palmerini – Sole cuore amore
Alessandro Zanon – La tenerezza

– Miglior colonna sonora
Enzo Avitabile – Indivisibili
Nino D’Angelo – Falchi
Stefano Di Battista – Sole cuore amore
Giuliano Sangiorgi – Non è un paese per giovani
Giuliano Taviani e Carmelo Travia – Rosso Istanbul

– Miglior canzone originale
‘Abbi pietà di noi’, musica e testi di Enzo Avitabile, interpretata da Enzo Avitabile con Angela e Marianna Fontana – Indivisibili
‘Donkey Flyin’ in the Sky’, musica e testi di Santi Pulvirenti, interpretata da Thony – In guerra per amore
‘Ho perso il mio amore’, composta da Cheope, Federica Abbate e Giuseppe Anastasi, interpretata da Arisa – La verità vi spiego sull’amore
‘L’estate addosso’, musica di Jovanotti, Christian Rigano e Riccardo Onori, testi di Jovanotti e Vasco Brondi, interpretata da Jovanotti – L’estate addosso
‘Quando le canzoni finiranno’, musica e testi di Diego Mancino e Dario Faini, interpretata da Emma – La cena di Natale

– Nastro speciale dedicato al cinema sui giovani
L’Estate Addosso – di Gabriele Muccino
Non è un paese per giovani – di Giovanni Veronesi
Piuma – di Roan Johnson [VINCITORE]
Slam – Tutto per una ragazza – di Andrea Molaioli
The Start Up – Accendi il tuo futuro – di Alessandro D’Alatri.