Bebe Vio e Alessandro Cattelan: il video contro gli haters

La risposta ironica alle minacce subite su Facebook

Pubblicato da Raffaele Dambra Giovedì 23 febbraio 2017

‘Rischia’ di diventare la campagna social dell’anno il video di Bebe Vio e Alessandro Cattelan contro gli haters della rete: l’atleta paralimpica e il brillante conduttore TV hanno lanciato la (finta) iniziativa ‘Dona un neurone a un hater‘, promuovendola con l’hashtag #EPCCDonaUnNeurone, per rispondere in maniera intelligente e ironica alle inaudite minacce di violenza sessuale rivolte di recente alla stessa Bebe tramite una pagina Facebook che è stata poi rimossa. ‘Aiuta un hater’, spiega Cattelan nel video, ‘Se gliene doni uno, avrai già raddoppiato il numero dei suoi neuroni’!

Il divertente filmato è stato realizzato approfittando dell’ospitata di Bebe Vio a E Poi C’è Cattelan, il talk show in onda su Sky Uno dal lunedì al giovedì. Nel video si vedono i due protagonisti che con espressione fintamente solenne presentano la campagna ‘Dona un neurone a un hater‘, introducendola come se stessero parlando di persone disabili (l’autoironia di Bebe è proverbiale):

‘Molte persone sono più sfortunate delle altre, persone che non sono come noi. Persone che nascono con qualcosa in meno e che fanno fatica in ogni momento della loro vita: sono gli haters! All’apparenza sembrano persone normali, ma in realtà non sono in grado di compiere neanche i gesti più semplici (‘Cosa passa per la testa a questi haters’, si chiede a questo punto Bebe Vio, e Cattelan gli risponde serafico ‘Credo un ca**o’). Però da oggi ciascuno di noi può fare qualcosa per loro: #EPCC per l’asociale organizza una raccolta per tutti quei disagiati che passano le loro giornate chiusi nelle loro stanzette a insultare degli estranei. È una raccolta di neuroni! Basta poco, dona un neurone anche tu! Se doni un neurone a un hater hai già raddoppiato il numero dei suoi neuroni! Aiuta un hater, donagli un neurone. Dona un neurone utilizzando l’hashtag #EPCCDonaUnNeurone: insieme possiamo farcela’.

LEGGI: BEBE VIO MINACCIATA DI VIOLENZA SU FACEBOOK

Il video di Bebe Vio e Alessandro Cattelan è molto divertente ma non cancella purtroppo la miseria delle minacce di cui è stata vittima la schermitrice paralimpica, medaglia d’oro alle Olimpiadi di Rio dello scorso anno, ennesimo bersaglio degli infami ‘leoni da tastiera’ che scelgono le loro prede senza guardare in faccia a nessuno. In questo particolare caso la ventenne ragazza veneta è stata minacciata tramite una pagina Facebook, prontamente rimossa, che invitava gli utenti (i molti, troppi utenti iscritti a tale pagina) a usare violenza sessuale nei suoi confronti. A rendere nota l’incredibile vicenda è stato il Codacons, il quale ha poi spiegato che ‘Tale pagina, inneggiando pratiche violente e sessuali nei riguardi di una disabile, facendo leva sul suo stesso handicap, non rispettava affatto gli standard del social network’.