Muse, Drones: tracklist, copertina e singoli del nuovo album in uscita il 9 giugno 2015

Muse, il nuovo album 2015 si intitola Drones: anteprima live il 18 luglio a Roma nell'unico concerto dell'anno in Italia. Biglietti già in vendita.

Pubblicato da Raffaele Dambra Giovedì 12 marzo 2015

Le anticipazioni di fine gennaio erano giuste: il nuovo album dei Muse sarà Drones e uscirà il prossimo 9 giugno 2015, ma non solo. Nelle ultime ore, infatti, sono state ufficializzate tante altre news che riguardano la settima fatica discografica di Matt Bellamy e soci, a cominciare dalla tracklist completa dei brani per finire alla copertina dell’album, al primo singolo estratto e alle classiche varie ed eventuali. Vediamo un po’ di che si tratta.

Ricapitolando, Drones sarà pubblicato il 9 giugno 2015, mentre la composizione della tracklist è giunta in maniera un po’ accidentale, ovvero dopo che per un disguido (volontario o involontario? Le strategie di marketing sono ormai imperscrutabili) il nuovo album è finito in pre-order su iTunes con la lista dei brani in bella evidenza, seppur per pochi minuti. Tanto è bastato, però, per ‘costringere’ i Muse a confermare poco dopo sui loro canali social la tracklist ufficiale.

Come già sapevamo Drones è stato co-prodotto dalla band insieme a Robert John ‘Mutt’ Lange, storico collaboratore degli AC/DC, e dovrebbe segnare una sorta di ritorno al passato con sonorità decisamente più ruvide rispetto agli ultimi dischi.

Il primo singolo per le radio, intitolato Dead Inside, uscirà durante la settimana che va dal 23 al 29 marzo, ma già alle 19:00 in punto di oggi, 12 marzo, i Muse renderanno pubblico il brano inedito Psycho sul canale YouTube ufficiale. Insomma, manca davvero poco!

In merito al nuovo album Drones, il leader Matt Bellamy ha dichiarato che per lui un drone è uno psicopatico metaforico che permette comportamenti psicopatici senza possibilità di appello. Il mondo è dominato da droni che utilizzano droni per trasformarci tutti in droni. Questo album analizza il viaggio di un essere umano, dalla sua perdita di speranza e dal senso di abbandono, all’indottrinamento dal sistema affinché si diventi droni umani, fino alla defezione terminale da parte degli oppressori.

Ricordiamo che i Muse porteranno in giro la loro nuova musica (e ovviamente i loro grandi classici) prima in una breve tournée di sei date nel Regno Unito dal 15 al 23 marzo, e poi in un grande tour estivo (una ventina di date per il momento) nei maggiori festival all’aperto d’Europa. Kick-off il 29 maggio al Rockavaria di Monaco di Baviera, mentre l’unica data italiana è fissata il 18 luglio 2015 all’Ippodromo delle Capannelle per la rassegna Rock in Roma (biglietti in vendita a 69 euro). I Muse suoneranno anche al Sonisphere di Biel, in Svizzera, al Pinkpop Festival di Landgraaf, in Olanda, al Rock Werchter in Belgio e al Roskilde Festival in Danimarca.

Questa, infine, la tracklist di Drones. Più sotto c’è invece la copertina del nuovo album dei Muse.

01. Dead inside
02. Drill Sergeant
03. Psycho
04. Mercy
05. Reapers
06. The handler
07. JFK
08. Defector
09. Revolt
10. Aftermath
11. The globalist
12. Dones

Muse Drones

Muse, il nuovo album 2015 si intitola Drones: anteprima live il 18 luglio a Roma

Articolo originale del 27 gennaio 2015

Quasi sicuramente il titolo del nuovo album del 2015 dei Muse sarà Drones: la band britannica capitanata da Matt Bellamy ha svelato il nome della settima fatica discografica mediante un breve video girato in sala di registrazione e postato su Instagram, dove per pochi istanti appare la scritta ‘Artist: Muse. Album: Drones‘. Insomma, un indizio bello e buono che ammette ben pochi dubbi. A parte questo, però, ancora non si sa né quando uscirà il disco, se prima o dopo l’estate, né se ci saranno collaborazioni eccellenti.

Attualmente sui Muse sappiamo le seguenti cose: Matt Bellamy, Chris Wolstenholme e Dominic Howard stanno lavorando insieme a Mutt Lange, storico produttore degli AC/DC, sul settimo album della loro discografia, che uscirà a tre anni di distanza dal precedente The 2nd Law. Il disco dovrebbe segnare una sorta di ritorno al passato con sonorità decisamente più ruvide rispetto alle ultime produzioni. A questo proposito lo stesso Bellamy in una recente intervista ha confermato che il nuovo album si spoglierà degli elementi che i Muse hanno sperimentato negli ultimi due dischi, come l’elettronica, la musica sinfonica e le orchestrazioni.

Non ci resta quindi che attendere le prossime settimane per ulteriori novità sul nuovo album Drones dei Muse (soprattutto per la conferma ufficiale del titolo, ma non dovrebbero esserci più dubbi, e sulla data di uscita). Ricordiamo che fino a oggi, con i primi sei album e con live, raccolte e singoli, i Muse hanno venduto oltre 15 milioni di dischi, numeri importanti per un gruppo che a lungo è rimasto confinato nella sferia indie.