The Voice 3 su Rai 2 dal 25 febbraio: due giudici al posto di uno

Dalla Carrà ai Pooh con una poltrona per due Facchinetti

Pubblicato da Raffaele Di Santo Martedì 24 febbraio 2015

Orfano di Raffaella Carrà impegnata con “Forte Forte Forte” su Rai 1, The Voice ritorna su Rai 2 dal 25 febbraio e dovrà fare a meno del caschetto biondo della tv tra i giudici della nuova edizione. Si sa, la Raffa nazionale è insostituibile, quindi al suo posto non uno ma ben due giurati: si tratta dei Pooh Roby Facchinetti e il figlio Francesco; inaugureranno a breve la già parecchio discussa “poltrona a due”, nel talent show musicale prodotto dalla Toro.

Questa del doppio giudice seduto su una sola poltrona è senza dubbio la prima delle novità, ma si fanno attendere anche le altre svelate pian piano. Dopo il successo di Suor Cristina (che ha anche rifatto il brano Like a Virgin di Madonna non per forza con lo stesso spirito provocatorio della cantante americana) da milioni e milioni di views sul web, quest’anno, annunciano dallo show musicale del secondo canale, si è alla ricerca di un vero talento, ma più “laico” rispetto a quello scovato lo scorso anno.

Vedremo dunque il ritorno del rocker Piero Pelù, della rossa Noemi e del rapper J-Ax, che si è tatuato di recente la testa per intero. Anche quest’anno, tra le novità, spazio alle conferme del meccanismo. Il talent sarà infatti diviso in quattro fasi: quella delle Blind Audition con la novità delle “Blind/Audition blind” in cui inizialmente il concorrente che si presenta è nascosto sia ai giudici che al pubblico.

Inoltre, le Battle (veri e proprio duelli tra gli aspiranti cantanti) a cui seguiranno quelle più conclusive dei Know out (in cui due concorrenti della stessa squadra si sfidano su due brani diversi) e, infine, i Live Show con la gara vera e propria in diretta. Ritorna peraltro il capello ribelle di Federico Russo alla conduzione, accompagnato dalla V-reporter Valentina Correani.

Infine, da segnalare uno sforzo produttivo notevole per mamma Rai in collaborazione con Toro produzioni di Marco Tombolini e Pasquale Romano. Quasi dieci autori tra cui compare anche Gianmarco Mazzi, tra gli storici direttori artistici del Festival di Sanremo e anche di un’edizione di Amici di Maria De Filippi. Tra gli autori, anche lo stesso Pasquale Romano insieme a Simone De Rosa, Francesco Foppoli, Anna Gori, Clarita lalongo, Luca Parenti, Ettore Paternò e Luca Tiberio. La regia sarà affidata invece a Cristiano D’Alisera (già dietro le telecamere per Fiorello e Il più grande spettacolo dopo il week end).