La vitamina D scudo protettivo contro il tumore al colon – retto

L'analisi di oltre 17 studi sul tema confermerebbe l'azione difensiva di questa preziosa vitamina per cui però servirebbero livelli più alti di quelli finora consigliati

Pubblicato da Redazione NanoPress Mercoledì 4 luglio 2018

La vitamina D scudo protettivo contro il tumore al colon – retto

Avere livelli adeguati di vitamina D nel sangue, ed evitarne carenze, può proteggere contro il tumore del colon-retto, il più comune in Italia e che rappresenta il 13% del totale dei tumori riscontrati, preceduto solo da quello alla mammella. La conferma di questa importante funzione di scudo protettivo, di una vitamina già nota per i suoi molti benefici per la salute, preziosa non solo per prevenire l’osteoporosi, è uno studio internazionale nato dalla collaborazione di ricercatori europei, americani e asiatici, pubblicato sul Journal of the National Cancer Institute.

I ricercatori hanno analizzato 5.700 casi di tumore del colon-retto e 7.100 casi controllo. Il team ha messo sotto osservazione 17 studi precedenti. Sono state prese informazioni per un periodo di cinque anni e mezzo. In questo arco di tempo, rispetto ai soggetti con concentrazioni di vitamina D (qui gli alimenti che la contengono) circolanti ritenute adeguate per la salute dell’osso, quelli con concentrazioni sub-ottimali hanno presentato un rischio maggiore del 31% di sviluppare un tumore del colon-retto. Ricordiamo che il rischio di sviluppare un tumore del colon-retto nel corso della vita è di 1 donna su 24 e di 1 uomo su 22 ed è la seconda causa di decessi attribuibili a tumore negli uomini e nelle donne.